Morti e Stramuorti: il reality con i becchini napoletani

E pare che contrariamente a quanto si potrebbe pensare, ci sarà da ridere

morti e stramuorti

Libero racconta l’arrivo di un nuovo “reality” estremo, quello che vede protagonista una famiglia che si occupa di pompe funebri, dei becchini insomma:

Protagonista della nuova docu-fiction di Explora(Sky, 415) Morti e Stramuorti è infatti la famiglia Dell’Anno di San Giovanni a Teduccio (Napoli) che vanta una lunga tradizione nel campo delle pompe funebri. Sì, papà Umberto e i figli Francesco, Massimo e Mirko sono dei necrofori, dei veri e propri funeral planners.

Morti e Stramuorti

Sono previste otto puntate in onda il venerdì alle 21:

«È un esperimento particolare che abbiamoscelto di fare raccontando la quotidianità, magari controversa, con onestà e professionalità», spiega il direttore canali tv DeAgostini Massimo Bruno. Gli fa eco Massimo Dell’Anno,titolare dell’azienda,che spiega: «Cerchiamo di fare il nostro lavoro al meglio, siamo spesso oggetto di gesti scaramantici ma ormai ci siamo abituati…».

E pare che contrariamente a quanto si potrebbe pensare, ci sarà da ridere:

«Siamo professionali, ma cerchiamo di stemperare la tensione appena possiamo», dice Lello “O’ Bello” (collaboratore della famigliaDell’Anno), lui che è «u schiattamuort chiu bell è Napul» scherza il collega Gabriele «O’sciupafemmine». Insomma, il «reality deibecchini» prodotto da Kimera racconta gli aneddoti, alcune situazioni surreali, le lacrime e qualche sorriso.

Tags:

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “Morti e Stramuorti: il reality con i becchini napoletani”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche