Roberta Ragusa: Chi l’ha visto trova la sosia scambiata per lei VIDEO

Sconfessata la testimonianza dei due carabinieri

sosia roberta ragusa chi l'ha visto

Federica Sciarelli dimostra a Chi l’ha visto che la donna avvistata nel 2012 su un treno da due carabinieri non è Roberta Ragusa. Nel servizio Paola Grauso, grazie alla segnalazione di una spettatrice riesce a trovarla. La donna somiglia molto alla Ragusa, ma è una commessa in un grande magazzino e non ha nulla a che fare con la scomparsa. La Sciarelli fa notare perché sia importante:

Il giudice che ha prosciolto il marito di Roberta Ragusa scrive che lei potrebbe essere in giro da qualche parte, e cita la testimonianza di due carabinieri che l’hanno vista sul treno Roma – Anagni alle 13:40 di martedì 24 marzo 2012. Dopo l’ultima puntata ha chiamato una spettatrice di “Chi l’ha visto?”: “la vedo anche io quella donna, – ha detto – prendo lo stesso treno, ma non è Roberta Ragusa, è una commessa di un grande magazzino”. I due carabinieri l’avevano riconosciuta dalla fotografia, precedente di anni alla scomparsa, diffusa dal marito nei primi giorni delle ricerche. E che dunque deve aver ingannato anche loro.

Roberta Ragusa: Chi l’ha visto trova la sosia scambiata per lei VIDEO


La sosia di Roberta Ragusa a Chi l’ha visto di superstarz_com

“So di aver detto tutta la verità e, se mi volessero ascoltare di nuovo, sono pronto a sottopormi un’altra volta all’esame testimoniale perché non ho nulla da temere e perché è giusto che Roberta Ragusa abbia giustizia”: Lo afferma Loris Gozi in una lettera aperta affidata all’ANSA dal legale che lo assiste, Antonio Cozza. Gozi è ritenuto il supertestimone del giallo della scomparsa della donna svanita nel nulla la notte tra il 12 e il 13 gennaio 2012 che aveva visto il marito imputato di omicidio volontario e distruzione di cadavere prima che il 6 marzo scorso il gup di Pisa Giuseppe Laghezza pronunciasse nei suoi confronti una sentenza di “non luogo a procedere” nelle cui motivazioni si giudicava insufficiente a sostenere l’accusa proprio quella testimonianza. Gozi nella lettera precisa di avere “detto ai carabinieri” la verità “sui fatti di cui sono stato testimone la notte della scomparsa di Roberta Ragusa”. “Nei miei racconti – sottolinea il teste – all’inizio non ho detto tutto perché la mia famiglia, che è di etnia sinti e non vede di buon occhio la collaborazione con le forze dell’ordine, desiderava che rimanessi fuori da questa vicenda. Però, la mia coscienza a un certo punto mi ha indotto a riferire ai carabinieri, al pubblico ministero e poi al giudice (la sua deposizione è stata cristallizzata in un incidente probatorio, ndr) quanto avevo visto e sentito quella notte, senza nascondere o tacere nulla. Non spetta a me commentare la decisione del giudice che ha prosciolto Antonio Logli, io sono pronto a testimoniare di nuovo e raccontare ciò che ho visto”

Tags:

0 commenti per “Roberta Ragusa: Chi l’ha visto trova la sosia scambiata per lei VIDEO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche