Il colloquio di lavoro dove hai più punti se ti presenti nuda

La strana storia raccontata dal Piccolo di Trieste

colloquio di lavoro nuda

Il Piccolo di Trieste racconta oggi la storia di una ragazza della provincia di Gorizia che rispondendo ad un annuncio per diventare testimonial del giornale del Friuli si è trovata davanti la richiesta di fare il colloquio nuda se fosse stata consenziente.

La storia inizia quando Alberto di Caporiacco, il direttore del Giornale del Friuli, le invia un link attraverso la messaggeria di Facebook. «Mi aveva aggiunto agli amici circa un anno fa – raccontala ragazza -. Nei giorni scorsi mi ha inviato questa proposta di lavoro ed essendo alla ricerca di un impiego ho risposto». L’annuncio indicato da di Caporiacco è il seguente, pubblicato sul sito Kijiji: «Il Giornale del Friuli cerca testimonial di sesso femminile, età 18-40. Richiesta ottima presenza, flessibilità, affidabilità,disponibilità a farsi riprendere in foto e in video, a partecipare ad eventi promozionali,pubblicitari e giornalistici».

giornale del friuli

Fin qui nessun accenno a nudità dunque. Ma cosa succede dopo?

La giovane invia una mail all’indirizzo indicato, e a quel punto le arrivano delle risposte originali. Il mittente è l’indirizzo direttore@giornaledelfriuli.it. L’autore della mail, indicato come«responsabile della selezione», spiega come verrà fissata la data del provino, che si svolgerà in un hotel di Udine. Scrive: «Dovrai decidere, entro la data del provino-colloquio, se intendi che il Giornale del Friuli possa utilizzare tue foto e/o video nelle seguenti tipologie: a) vestita;b) in costume da bagno; c) in lingerie; d) in topless e perizoma; e) nudo integrale artistico non volgare. Puoi scegliere da 1 a 5 tipologie e ce le dovrai indicare via e-mail prima di presentarti all’appuntamento». Poi precisa: «La candidata verrà valutata,nel corso del provino-colloquio,nella modalità scelta da lei stessa. Anche qui due esempi: “Sono disponibile a posare vestita, in costume da bagno e in lingerie”. La candidata sarà esaminata in lingerie che dovrà ovviamente portarsi da casa. “Sono disposta anche al nudo integrale artistico non volgare”. La candidata sarà esaminata nuda»

giornale del friuli 1

La ragazza risponde che farà il colloquio vestita, ma già in partenza sarà penalizzata perché le arriva un’altra mail che spiega che avrà un punteggio minore rispetto alle candidate che acconsentiranno a mostrarsi nude:

«Nel corso del provino-colloquio sarà valutata dal vivo la tua bellezza e potrai ottenere sino a un massimo di 5 punti che si sommeranno al punto già ottenuto. Notorietà e affidabilità saranno successivamente valutate. Se vuoi guadagnare punti extra puoi sostenere il provino in costume (2 punti), lingerie (3 punti), topless e perizoma (4 punti) o in nudo integrale (5 punti)»

La ragazza alla fine rinuncerà a fare il provino. E il Piccolo afferma di aver provato a chiedere spiegazioni al direttore del Giornale Del Friuli, che però finora non ha risposto.

0 commenti per “Il colloquio di lavoro dove hai più punti se ti presenti nuda”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche