I ragazzi che si sentono male per la Charlie Charlie Challenge

Alcuni adolescenti suggestionabili in ospedale per crisi di paura

Charlie Charlie

Vi ricordate della Charlie Charlie Challenge? La sfida che consisteva nel richiamare un demone posizionando due matite una sopra l’altra: “Secondo una leggenda messicana, Charlie Charlie è un demone che se viene invocato con le parole “Charlie Charlie are you here?” muoverà la matita verso l’angolo dove c’è scritto “yes”. Se questo dovesse succedere il demone ti perseguiterà per tutta la vita.”

Purtroppo anche questo fenomeno, come quasi tutti i fenomeni di internet, ha portato a conseguenze piuttosto negative per alcune persone, soprattutto per alcuni adolescenti. Come racconta Il Corriere, una ragazza si trovava su un tram ed ha avuto una crisi di nervi, ed è stata così portata all’ospedale. Potrebbe sembrare una storia qualunque di una ragazza che si è sentita male, ma anche la dottoressa Rosanna Saccone è rimasta sconvolta dall’accaduto:

Non avevo mai visto una crisi tanto forte in una ragazzina così giovane – dice -, era terrorizzata dall’idea del vomito, si gettava acqua addosso per pulirsi. Sono anche io una mamma e vederla così mi ha turbato non poco. Siamo riusciti a calmarla e l’abbiamo portata in ospedale

La crisi della ragazza è stata associata alla Charlie Charlie Challenge, che in alcuni adolescenti più suggestionabili sta creando vere e proprie psicosi.

Non ne sapevo nulla… Sono stata avvicinata da un’amica di quella ragazzina che me ne ha parlato, forse perché sperava che io potessi fare qualcosa. Dopo averla lasciata al triage ho parlato di quella strana storia con un collega dell’ospedale, mi ha detto una cosa che mi ha lasciata senza parole. A quanto pare la ragazzina era già la terza ad essere “ricoverata” in preda ad una crisi isterica legata a quello stupido gioco

Il dottor Vincenzo Tipo ha confermato questo preoccupante fenomeno tra i ragazzi

Nell’ultimo mese i casi sono molto aumentati, ma questo ce lo aspettavamo perché con l’estate e il caldo succede spesso. Non avremmo mai pensato invece di dover assistere dei ragazzini a causa di un giochino esoterico. Che io ricordi ne abbiamo accolti almeno tre

La dottoressa Saccone spiega di come bisognerebbe controllare meglio cosa i ragazzi guardano su internet

Da mamma credo che spetti a noi genitori cercare di sorvegliare i ragazzi nell’uso di internet e dei social. Lasciare che si colleghino senza alcun controllo è da incoscienti, spero di non sentire più nulla di questo stupido gioco

Tags:

0 commenti per “I ragazzi che si sentono male per la Charlie Charlie Challenge”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche