Giuseppe Franco “tappava la bocca e il naso” alla ragazza che cercava di sfuggire allo stupro

Secondo il gip avrebbe “persuaso la minore esercitando la forza solo nei momenti in cui la ragazzina tentava di ribellarsi”

STUPRO PRATI MILITARE giuseppe franco

Sul Messaggero la descrizione della dinamica dello stupro della ragazzina a Roma Prati come è stata raccontata nel provvedimento del Gip contro Giuseppe Franco, il marinaio di 31 anni accusato di violenza sessuale:

L’uomo, si legge nel provvedimento,ha «senz’altro approfittato dell’orario notturno e del luogo in cui appartarsi, da lui, senza dubbio conosciuto». L’ha avvicinata, mentre era con delle amiche, dicendo che non poteva bere la birra, giovane com’era, le ha chiesto i documenti e poi di seguirla fino in caserma. «Dopo 5 metri la ragazza cercava di allontanarsi ma veniva afferrata da dietro e veniva coperta sul volto da una mano. Poi cadeva in avanti poggiando i gomiti e le ginocchia in terra, cercava di gridare ma l’uomo le tappava la bocca e il naso».

Giuseppe Franco, il marinaio accusato di violenza sessuale nei confronti di una 15enne vicino a piazzale Clodio a Roma resterà in carcere. Il giudice per le indagini preliminari, Giacomo Ebner, in seguito all’interrogatorio di garanzia e alle richieste della Procura, ha infatti convalidato il fermo eseguito dalla polizia ed emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il marinaio, Giuseppe Franco di 31 anni, si e’ difeso con i magistrati sostenendo che il rapporto con la giovane e’ stato consenziente. Secondo il gip, avrebbe “pianificato la violenza”: individuato una ragazza palesemente minorenne, esibito un tesserino per accreditarsi come rappresentante delle forze dell’ordine; persuaso la minore esercitando la forza solo nei momenti in cui la ragazzina tentava di ribellarsi”

GIUSEPPE FRANCO IL VIDEO DELLA FUGA DOPO LO STUPRO

Tags:

0 commenti per “Giuseppe Franco “tappava la bocca e il naso” alla ragazza che cercava di sfuggire allo stupro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche