Gabriele Paolini a processo per aver palpeggiato una giornalista del Tg1

L’accusa è di violenza sessuale aggravata e interruzione di pubblico servizio

GABRIELE PAOLINI ANDREA DIPRÈ RATZINGER

Ieri il giudice di Roma gli ha revocato gli arresti domiciliari ma per Gabriele Paolini, il più noto tra i disturbatori della televisione, i guai giudiziari sembrano non essere finiti. La Procura di Roma ha chiesto per lui il rinvio a giudizio per l’accusa di violenza sessuale aggravata e interruzione di pubblico servizio, per avere costretto una giornalista del Tg1, durante una diretta tv da piazza San Giovanni a Roma, a “subire atti sessuali” consistiti nel ripetuto palpeggiamento del fondoschiena. I fatti risalgono al 16 ottobre del 2011. Il procedimento era stato avviato a piazzale Clodio dopo una denuncia della stessa giornalista Rai. In base a quanto ricostruito dall’accusa, Paolini, dopo essersi avvicinato alla cronista avrebbe pure inveito nei confronti del direttore della Rai e gesticolato, facendo il segno delle corna, cosi’ da costringere la redazione, da studio, a interrompere il collegamento. Il procedimento è stato aggiornato al prossimo 10 novembre, quando il gup Anna Maria Gavoni dovrà visionare il filmato Rai che riprese in diretta l'”azione” di Paolini.

GABRIELE PAOLINI E IL SESSO CON I CINQUE RAGAZZINI – E’ tornato in libertà con obbligo di firma Gabriele Paolini. Il noto (ex) disturbatore della tv, agli arresti domiciliari dal 2013 con l’accusa di aver pagato per fare sesso con cinque ragazzini, è tornato libero. Il giudice, gli ha revocato gli arresti domiciliari dopo un anno e otto mesi e ha deciso anche per l’eliminazione del braccialetto elettronico, ma avrà l’obbligo di firma due volte a settimana. A commentare la decisione del tribunale è l’avvocato dello stesso Paolini, Lorenzo La Marca: “In seguito all’esame il testimone Daniel ha smentito la tesi accusatoria e confermato l’esistenza di una relazione affettuosa-amorosa con Gabriele. Il pubblico ministero Claudia Terracina, allora, ha rilevato venute meno le esigenze cautelari e chiesto lei stessa la revoca della misura custodiale degli arresti domiciliari”. Parole di soddisfazione anche per lo stesso Paolini che a fine udienza dichiara: “Ancora non ci credo. Il Pm mi sta dando questa possibilità per reintegrarmi, così ho la possibilità di dimostrare di non essere più il Paolini ossessivo del passato”. Poi fa una promessa: “I giornalisti della tv non mi vedranno più. Non disturberò più nessuno, mi dedicherò al cinema”. Ad ottobre però è prevista una nuova udienza per sentire altri testimoni.

Tags:

0 commenti per “Gabriele Paolini a processo per aver palpeggiato una giornalista del Tg1”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche