Selvaggia Lucarelli sbatte Sollecito in prima pagina e scatena un polverone

Il pubblico si divide tra quelli favorevoli al “linciaggio” anche dopo la sentenza di innocenza e chi critica la giornalista per le sue insinuazioni

selvaggia lucarelli sollecito 9

Raffaele Sollecito è innocente, fatevene una ragione. Per ogni persona dotata di sano intelletto significa che nessuno si dovrebbe permettere di alludere a sue stranezze solo ripensando al suo passato e alla vicenda in cui è stato coinvolto. Perché questo significa affibbiargli uno stigma a vita. Una condanna che lo Stato non gli ha dato ma che peserà per sempre sul giudizio di qualcuno. Per esempio, un uomo libero e innocente può secondo voi farsi un profilo su un social qualsiasi e scriverci lo stracazzo che gli pare? Facciamo un piccolo esperimento. Ecco cosa succede se lo fa Sollecito:

Honest, calm, positive. Raffaele Sollecito su Tinder mi inquieta non poco.

Posted by Selvaggia Lucarelli on Martedì 14 luglio 2015

Succede che un personaggio pubblico come Selvaggia Lucarelli trova che la descrizione che Sollecito fa di se stesso su Tinder, “Honest, calm, positive” la inquieti. La Lucarelli conosce Sollecito di persona? Se fosse così la sua opinione sarebbe suffragata da dei dati reali. Ma questo la Selvaggiona non lo dice. Quindi è lecito immaginare che invece la sua inquietudine derivi dal giudizio che si è fatta su Raffaele in questi anni. Peccato che qualcuno (lo Stato italiano) abbia detto a tutti che quel giudizio ERA SBAGLIATO. E c’è qualcuno che lo fa notare:

selvaggia lucarelli sollecito 1

selvaggia lucarelli sollecito 3

 

C’è anche chi la sfotte un po’:

selvaggia lucarelli sollecito 8

 

selvaggia lucarelli sollecito 6

 

 

A chi fa notare che è stata pesante e che si meriterebbe una querela la Lucarelli risponde:

selvaggia lucarelli sollecito 4

 

Ma è questa la cosa più odiosa. I pregiudizi si basano su viscide e subdole insinuazioni, quelle cose dette a metà, non passibili di querela, che però lasciano un marchio. E vantarsi di utilizzare la tecnica “dico qualcosa di orribile ma mi paro il culo” non è proprio il massimo. Per una persona (come la Lucarelli) che sta affrontando un processo ancora meno.

Tags:

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

Un commento per “Selvaggia Lucarelli sbatte Sollecito in prima pagina e scatena un polverone”

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Rubriche