Ilaria Boemi: la ragazza trovata morta in spiaggia a Messina

Era con due ragazzi che avevano chiesto di chiamare aiuto per una loro amica e si erano poi dileguati

ilaria boemi ragazza morta messina

La ragazza trovata morta in spiaggia a Messina è Ilaria Boemi, 17 anni. Sul suo profilo facebook la ragazzina scrive di aver frequentato l’istituto d’arte Ernesto Basile di Messina e lascia un messaggio, una strofa della canzone ‘Nave fantasma’:”Siamo nati per morire con un urlo dentro che nessuno può sentire”.

Il corpo era stato segnalato da un ciclista, avvicinato da due giovani, in stato di agitazione, i quali gli avevano chiesto di chiamare aiuto per una loro amica e si erano poi dileguati. L’uomo aveva avvertito il 118, ma i sanitari giunti sul posto non avevano potuto far altro che constatare il decesso. La polizia, che indaga, non ha riscontrato alcun segno di violenza né tracce di punture sulle braccia, il che farebbe escludere l’overdose da eroina. Solo ulteriori esami potranno chiarire se la ragazza avesse assunto droghe per altra via, come per esempio pasticche, o se sia stata stroncata da un malore. La Procura ha aperto un’inchiesta, di cui e’ titolare il sostituto Stefania La Rosa. Disposta l’autopsia

LA RAGAZZA TROVATA MORTA SULLA SPIAGGIA DEL RINGO A MESSINA – Il cadavere di una ragazza non ancora identificata e dell’eta’ apparente di 25 anni era stato ritrovato ieri sulla spiaggia di un lido del lungomare di viale della Liberta’, a Messina. Il corpo e’ stato segnalato da un ciclista, che ha chiamato il 118. I sanitari giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatare il decesso. La polizia, che indaga, non ha riscontrato alcun segno di violenza ne’ tracce di punture sulle braccia, il che farebbe escludere l’overdose da eroina. Solo ulteriori esami potranno chiarire se la ragazza avesse assunto droghe per altra via, come per esempio pasticche. La giovane donna non aveva documenti. Aveva tre piercing sulla lingua, indossava jeans e una maglietta nera.

LA SPIAGGIA DEL RINGO A MESSINA – “Siamo sconvolti veniamo spesso qui a fare il bagno, non pensavamo potesse accadere qualcosa del genere, è un posto molto tranquillo, anche se abbandonato dalle istituzioni”. Lo dice Maria Giordano che spesso si reca nei pressi della spiaggia del Ringo dove à stato trovato il cadavere della ragazza di 25 anni. “Spero – prosegue – che qualcuno riconosca questa povera giovane”. Il presidente della quinta circoscrizione Santino Morabito sottolinea che la zona, che prima era uno dei fiori all’occhiello della città, anche luogo storico di ritrovo per pescatori, è da anni trascurata dalle istituzioni e per questo è spesso frequentata da malviventi o drogati. “Quanto accaduto – dice Morabito – è l’ennesima prova che, nonostante per riqualificare il lungomare siano state investite ingenti risorse pubbliche, poi non è stata fatta l’adeguata manutenzione e il luogo è stato quindi sempre più abbandonato”. “I problemi di conflitto di competenze, hanno aggravato la situazione. – aggiunge – Nonostante i nostri appelli l’amministrazione comunale non ha inteso risolvere il problema e oggi il lungomare del Ringo è degradato e non è sottoposta a nessun tipo di controllo. Ora l’autorità portuale interverrà per ripristinare la sicurezza dei luoghi, dove vandali e mare hanno divelto la strada, i giochi per bambini e rovinato la spiaggia”.

Tags:

0 commenti per “Ilaria Boemi: la ragazza trovata morta in spiaggia a Messina”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche