“Stai facendo un video? Bravo!”: la ragazza ha tentato il suicidio

“Dopo la diffusione del filmato la donna ha avuto un crollo psicologico. È stata oggetto di derisioni, prese in giro, ingiurie…”

stai facendo il video bravo 2

“Stai facendo un video? Bravo!” Chi non conosce ormai questo tormentone di internet? Eppure la protagonista suo malgrado del filmato non ha gradito l’immensa popolarità che le ha portato, anzi, come racconta Napoli Fanpage, avrebbe addirittura tentato il suicidio:

«È depressa e ha istinti suicidi», ha «tentato di buttarsi giù dal balcone». E ancora: «Piange continuamente, soffre di attacchi di panico, non può più uscire liberamente di casa»

La ragazza sarebbe vittima di cyberbullismo e ha portato il suo caso in tribunale:

Il primo capitolo giudiziario di questa storia ha avuto luogo oggi, ad Aversa, nel tribunale di Napoli Nord, dove davanti al giudice Marrazzo è iniziata la discussione sul ricorso d’urgenza ex articolo 700 intentato dai legali della giovane verso alcune testate giornalistiche, numerosi siti web d’informazione non registrati come giornali, alcuni portali a luci rosse e i due colossi del web: Facebook e Google (assente il primo, presente il secondo con un rappresentante di Google Italia). La richiesta dell’avvocato Fabio Foglia Manzillo, difensore della donna, è chiara: la rimozione immediata dai siti di tutti gli articoli che fanno esplicito riferimento alla vicenda citando nome e cognome della ragazza napoletana, insieme a foto e video che la rendono assolutamente riconoscibile. Nella decina di pagine del ricorso vengono spiegati, chiaramente, i motivi alla base dell’urgenza. Secondo i difensori della protagonista del video, dopo la diffusione del filmato la donna ha avuto un crollo psicologico « È stata oggetto di derisioni, prese in giro, ingiurie; non può più uscire liberamente di casa […] si è rifugiata presso una amica fuori Napoli e deve avvalersi dell’aiuto di persone care per acquistare generi alimentari, prodotti personali […] non va più in palestra, in ristoranti, in negozi, ha perso tutte le sue amicizie, non viene più invitata a feste, cene, occasioni sociali, soffre di attacchi di panico, stati d’ansia, piange continuamente». E, cosa molto importante, viene messo nero su bianco che la trentenne ha «tentato di buttarsi giù dal balcone».

LA STORIA DI “STAI FACENDO UN VIDEO? BRAVO!” – “Stai facendo un video? Bravo!” Se hai visto o sentito questa frase su Facebook e non sai perché tutti ripetono a manetta questa frase, ecco la spiegazione che attendevi. Tutto parte da un filmato hard di una certa Tiziana…che è diventato virale grazie a Whatsapp:

Lui, smartphone alla mano, sarebbe un rampollo della “Napoli bene”. Lei sposata o quantomeno fidanzata. Ecco il video che spopola in queste ore sui cellulari di molti napoletani e che sta diventando un fenomeno del web, sono nate infatti magliette, cover per cellulari e veri e propri fan club su facebook. Il passaggio che avrebbe scatenato l’effetto virale è relativo alla domanda della protagonista e l’affermazione immediatamente successiva: “Ma stai facendo un video? …. Bravo!

Da quel momento niente è stato più lo stesso. Sono nate pagine Facebook:

stai facendo il video bravo

 

 

stai facendo il video bravo 2

 

C’è la maglietta in vendita su eBay:

 

 

stai facendo il video bravo 1

 

 

E sopratutto sono nati una miriade di video parodia:

Stai facendo un video?! – 50 sfumature di Bravoh!!!

TRATTA DA UNA STORIA NAPOLETANA VERA MI STAI FACENDO UN VIDEO ???BRAVO #ForzaTizianaHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHA

TRATTA DA UNA STORIA NAPOLETANA VERA MI STAI FACENDO UN VIDEO ???BRAVO #ForzaTizianaHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHA

Posted by Gino Boccia on Giovedì 14 maggio 2015

La frase viene usata per innumerevoli meme:

stai facendo il video bravo 3

stai facendo il video bravo 4

 

stai facendo il video bravo 5

 

E la gente vuole sapere. Qual è la risposta alla domanda “Ma perché tutti dicono «Mi stai facendo un video? Bravo!»”? Anche su Yahoo Answers:

stai facendo il video bravo 6

 

E nei forum:

 

stai facendo il video bravo 7

 

Insomma la povera Tiziana è diventata una star suo malgrado, e probabilmente passerà un bel po’ di tempo prima che la sua performance e la sua frase cult vengano dimenticate. Cose che succedono ai tempi di Whatsapp. E dell’internet.

Tags:

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per ““Stai facendo un video? Bravo!”: la ragazza ha tentato il suicidio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche