La dura vita dell’uomo con il pene troppo lungo

L’uomo con il pene lungo mezzo metro non trova lavoro, non trova una donna e non riesce nemmeno ad andare in chiesa. State attenti bambini quando chiedete al genio della lampada un pene gigante!1

bog ol dick

Quando Frank Zappa cantavatengo una minchia tanta, tengo una minchia accussì, devi usare un pollo se me lo vuoi misurar” non aveva idea di cosa significasse essere un uomo con un pene da quasi cinquanta centimetri. Ebbene oggi grazie all’Interwebs tutti possiamo conoscere il dramma di un uomo, il messicano Roberto Esquivel Cabrera, che con i suoi quarantotto centimetri di lunghezza (e venticinque di circonferenza) contribuisce da solo ad innalzare le statistiche sulla lunghezza media del pene dei messicani.

Il sobrio titolo della Vanguardia con la foto di Roberto

Il sobrio titolo della Vanguardia con l’altrettanto sobria foto di Roberto colto nell’attimo quando ha scoperto di avere un pene enorme

Quella del povero Roberto però non è una vita per cinema e quelli che quando era piccolo lo deridevano per le dimensioni del suo pene probabilmente continuano a farlo anche oggi. E Roberto soffre come racconta alla Vanguardia, soffre le pene del pene, ad esempio soffre perché non può andare in chiesa perché la sua enorme virtù non gli consente di inginocchiarsi:

Yo nomás quiero que ven, no puedo ir a la iglesia porque no puedo ni arrodillarme; a donde quiera que voy pos todos se me quedan viendo. Soy discapacitado, no puedo trabajar

E naturalmente non può lavorare (non si sa se abbia tentato la carriera nei film muti), la sua è una vera e propria disabilità che lo costringe a vivere nella povertà più assoluta. Per lui ci sarebbe un’unica speranza, ottenere la certificazione del suo primato anatomico presso il prestigioso Guinness World of Records ed incassare il conseguente premio in denaro. Purtroppo per lui (e per fortuna di Gerry Scotti) non esiste una categoria per l’uomo con il pene più mostruoso.

Il pene di Roberto ai raggi X

Il pene di Roberto ai raggi X

Ebbene sì, sembra sia vero.

miley gif

L’AFFARE SI INGROSSA – Naturalmente uno dei problemi principali di Roberto è che le donne sono spaventate dalle sue dimensioni e quindi è pure costretto a condurre un’esistenza solitaria. Anche se forse ci sono delle eccezioni alla regola e qualche donna vorrà fare un viaggio in Messico dopo aver appreso la notizia.

sex and the city gif

Ma per Roberto Cabrera, che fra poco pubblicherà un libro autobiografico dal titolo “El Sordido Pudor”, forse c’è ancora una speranza: la chirurgia. A dirlo è un medico, che ha però solo osservato la lastra, secondo il quale si potrebbe ridurre la dimensione della virilità di Roberto e renderla accettabile con un intervento simile alla circoncisione, ma più in grande. OUCH

Un commento per “La dura vita dell’uomo con il pene troppo lungo”

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Rubriche