Il caso dei coniugi uccisi a Catania, Selvaggia Lucarelli indaga

La popolare soubrette insegna il bon ton ai parenti delle vittime di efferati omicidi che nel frattempo ha già risolto, via Facebook

selvaggia lucarelli cristoforetti 1

Salvaggia Lucarelli con il Carlo Lucarelli di Blu Notte non condivide solo il cognome, ma anche il particolare acume nell’analisi dei casi di cronaca nera. Lo impariamo oggi leggendo l’ultimo status su Facebook della famosa “blogger” italica (il blogger in Italia è genarlmente quella persona che non sa fare un cazzo ma ama farlo sapere in giro a quante più persone possibili). In particolare Selvaggia sembra prendersela con la figlia delle due vittime, colpevole, secondo lei di essere andata a piangere in televisione troppo presto.

Signore e signori, il caso è chiuso

Signore e signori, il caso è chiuso

NEMMENO IL TEMPO DI UNA MESSA, SIGNORA MIA – Selvaggia, in un delirio di demagogia senza limiti, non riesce a sopportare che non ci sia stato nemmeno il tempo per “un dolore privato, per lo sconcerto, lo sconforto” (qui aveva aperto il dizionario dei sinonimi). È inconcepibile che la donna non sia a conoscenza dei dettagli dell’indagine:

il tempo di capire le dinamiche, di avere chiaro il quadro dagli investigatori. Le chiedono: ma aveva complici? Lei: “Ah, non lo so, sento le cose dai telegiornali”. Eh, magari se parli con gli investigatori anziché con i giornalisti ne sai di più.

Lei invece le dinamiche, il quadro degli investigatori li ha ben chiari:

Due poveri anziani, marito e moglie, sono stati ammazzati da un diciottenne ivoriano ospite di un centro d’accoglienza in Sicilia. Un fatto terribile, di un’efferatezza sconcertante. Massacrati, denudati, lei gettata dalla finestra, forse violentata.

e giusto per compassione delle vittime aggiunge “I tuoi genitori sono stati ammazzati come cani“. Ci sono persone, prosegue, a cui vengono uccisi i parenti ogni giorno, ma questi qui mica stanno da Barbara D’Urso a piangere. Il dolore va vissuto solo nel modo in cui ha deciso Selvaggia. Per fortuna che c’è lei che ha parlato con gli investigatori e ha ben chiaro come si è svolto il tutto. Ah, se solo la D’Urso e i telegiornali fossero andati a chiedere la sua richiestissima opinione… Lei che a messa ci è già stata ha l’autorità e la facoltà per parlarne.

0 commenti per “Il caso dei coniugi uccisi a Catania, Selvaggia Lucarelli indaga”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche