La quindicenne stuprata che viene insultata su Facebook

«Spero ti violentino veramente così sai cosa vuol dire»

stupro

Una quindicenne viene stuprata in discoteca. Il Gip dispone gli arresti domiciliari per il presunto aggressore. Ma la storia non finisce qui. Invece di ricevere solidarietà la ragazzina viene insultata su Facebook da qualcuno che ritiene abbia mentito. Lo racconta il Gazzettino

Lei ha 15 anni, denuncia di essere stata stuprata in discoteca da un giovane di 20 anni, il quale respinge le accuse ma viene posto agli arresti domiciliari. E l’adolescente finisce alla gogna in internet, su Facebook, dove viene bersagliata da insulti: «Spero ti violentino veramente così sai cosa vuol dire», si legge nella pagina di un giovane di Loreggia (Padova). E le offese alla ragazzina ricevono centinaia di “mi piace”, anche da parte di donne mature.

LO STUPRO DELLA QUINDICENNE A CASTELFRANCO – I fatti risalgono all’agosto scorso:

Una studentessa di appena 15 anni dal Cittadellese dove vive con la famiglia, si è recata in un locale notturno di Castelfranco (Treviso). Con lei un’amica sempre dell’Alta Padovana. Doveva essere una serata come tante altre, un venerdì sera per far festa fino all’alba. Una bibita al bancone del locale, quattro salti, poi il dramma. Secondo quanto accertato dalle forze dell’ordine, un ragazzo di vent’anni ha abbordato la ragazza. Senza destare alcun sospetto l’ha invitata ad allontanarsi dalla sala da ballo per appartarsi in un posto più isolato lontano da occhi indiscreti. La vittima credendo alla buona fede del ragazzo, l’ha seguito. Nel frattempo la sua amica aveva trovato da chiacchierare con un altro uomo ed è rimasta al bancone del bar.

La poesia ha lasciato presto spazio alla violenza. Dal dettagliato racconto della quindicenne agli inquirenti, il bruto ha iniziato a toccarla, poi la spogliata e l’ha violentata. Tutto in meno di un quarto d’ora senza che nessuno si accorgesse di quanto stesse accadendo. Poi il ventenne si sarebbe allontanato lasciando la sua vittima a terra tra le lacrime. Le avrebbe anche riferito di non parlare con nessuno di quanto era capitato

Filippo Roncato, il ventenne accusato dello stupro è agli arresti domiciliari:

Arresti domiciliari e braccialetto elettronico per Filippo Roncato, ventenne di Loreggia. Lo ha disposto il Giudice per le indagini preliminari Umberto Donà, accogliendo la richiesta del pubblico ministero della Procura di Treviso Iuri De Biasi.

Secondo il magistrato che ha coordinato le indagini, il ragazzo sarebbe il responsabile della violenza sessuale compiuta su una quindicenne all’interno del locale Eurobaita al lago a Castelfranco Veneto. Le accuse sono fortemente respinte dall’interessato, assistito dall’avvocato Fabio Pavone. La giovanissima sarebbe stata consenziente a suo dire

Tags:

0 commenti per “La quindicenne stuprata che viene insultata su Facebook”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche