#stoconneve: l’epic fail di Nivea contro l’azienda che non “tortura” gli animali

La Neve cosmetics perde la causa per il copyright sul nome. E tutto l’internet seppellisce Nivea di insulti

io sto con neve nivea

Nivea sta passando grossi guai sull’internet per aver intentato, e vinto, una causa contro l’azienda italiana Neve Cosmetics per una questione relativa al copyright sul nome.
Il nome Nivea, come viene specificato, deriva etimologicamente dal latino niveus/nivea/niveum ossia “bianco come la neve”, e sarebbe quindi facilmente confondibile con il marchio Neve Cosmetics, che rientra nello stesso settore merceologico. Però la Neve Cosmetics si occupa di un target che non è coperto da Nivea, quello dei prodotti bio e vegan, cruelty free, come spiegano sul loro sito:

L’importanza di essere cruelty-free. Amiamo gli animali. Per questo riteniamo l’animal testing un sopruso orribile. Non testiamo su animali (né commissioniamo test a terzi, sia chiaro). Non l’abbiamo mai fatto e non lo faremo mai. Per lo stesso motivo produciamo prevalentemente cosmetici vegetariani e vegani e tutti i nostri morbidissimi pennelli sono completamente privi di setole animali.

 E sulla pagina Facebook:

L’evento Neve Cosmetics è questo sabato… come vi truccherete? N.B. la cavia di @M_chiaretta91 è bellissima anche senza un filo di trucco! ;)#CrueltyFreeMakeup #PetsLoveNeve #party #comingsoon

Posted by Neve Cosmetics on Lunedì 14 settembre 2015

 

Su internet si è creato un putiferio contro la Nivea che ha addirittura chiuso i commenti sulla pagina Facebook:

neve nivea 1

 

E su Twitter la musica è la stessa:

io sto con neve nivea

 

 

La Neve ha risposto così alla notizia della sentenza:

Per chi ce lo sta chiedendo: la causa intentata dalla multinazionale tedesca ha lasciato a bocca aperta noi per primi….

Posted by Neve Cosmetics on Mercoledì 16 settembre 2015

Il comunicato ufficiale della sentenza:

Trevisan & Cuonzo avvocati ottiene dal Tribunale di Milano la dichiarazione
di nullità dei marchi “Neve” e “Neve Make up”
Un’importante sentenza del Tribunale di Milano (N. 9103 del 2015) riconosce la celebrità internazionale del brand “Nivea ®” della società tedesca Beiersdorf assistita dallo studio Trevisan & Cuonzo e stabilisce che la parola “Neve” non può essere utilizzata da altri concorrenti come marchio nel settore cosmetico in quanto confondibile con Nivea.
La sentenza afferma il principio della confondibilità concettuale o etimologica tra marchi. Secondo il Tribunale Neve è confondibile con Nivea ® in quanto quest’ultima deriva etimologicamente dal latino niveus/nivea/niveum ossia “bianco come la neve”. Proprio il richiamo alla neve di Nivea ® rende illecito l’uso di “Neve” da parte dei concorrenti nel settore dei prodotti di bellezza. Pertanto il Tribunale ha dichiarato la nullità del marchio Neve della concorrente e ne ha vietato l’utilizzazione.
La sentenza è molto utile nel chiarire che – anche quando le parole che costituiscono i marchi sono apparentemente diverse – vi può essere confondibilità e quindi uso illecito quando il consumatore possa “associare” mentalmente i due segni e quindi i rispettivi prodotti. Tale associazione può crearsi anche in via per così dire “subliminare” per motivi legati all’origine storica ed etimologica delle parole.
La sentenza specifica però che tale tutela è riservata solo a marchi particolarmente rinomati dall’enorme valore economico e dalla forza suggestiva che deriva da molti decenni di investimenti pubblicitari e successi sul mercato come appunto il celebre “Nivea®”.

neve nivea

 

È stata anche creata una petizione su Change.org. Servirà a qualcosa?

I tweet sulla storia di Nivea contro Neve


Tags:

0 commenti per “#stoconneve: l’epic fail di Nivea contro l’azienda che non “tortura” gli animali”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche