La rivincita inaspettata di Neve contro Nivea

Cosa sta succedendo alla piccola azienda di Moncalieri dopo che l’internet l’ha difesa con l’hashtag #stoconneve?

neve nivea

#stoconneve è l’hashtag che sostiene la petizione contro Nivea dopo che l’azienda di cosmetici ha vinto in primo appello una causa per copyright contro la piccola concorrente Neve, rea di usare un nome troppo simile. La Stampa intervista l’amministratore delegato di Neve, che spiega cosa sta succedendo dopo il polverone di insulti e polemiche che l’internet ha scatenato contro Nivea:

«Intanto appelleremo subito la decisione dei giudici» racconta Marco Aghem amministratore delegato, 35 anni, circondato da una squadra di creativi under 35. «Va detto però – puntualizza – che non ci rendiamo conto nemmeno noi perché sia avvenuto tutto questo». In che senso scusi? «Il nostro prodotto è diversissimo,concepito senza petrolati e silicone, abbiamo canali diversi di vendita visto che noi sfruttiamo l’e-commerce e non le catene della grande distribuzione. Anche la filosofia alla base dell’idea , del progetto è diversa. Detto ciò – aggiunge– non ci sentiamo in competizione con Nivea, siamo totalmente diversi, ma siamo una piccola realtà che vuole continuare a crescere e che crede di averne il diritto». E devono averlo pensato anche migliaia di internauti che stanno firmando una petizione sui social con l’hashtag #iostoconneve : «Le firme finora sono 7 mila, siamo stati sommersi da un abbraccio collettivo che ci incoraggia ad andare avanti, anche con le vendite, nei limiti imposti dalla sentenza» dice Aghem. Insomma:nonostante il verdetto dei giudici, «Davide» non ha perso il sorriso. Paradossalmente sta arrivando a Moncalieri una pubblicità inattesa, irraggiungibile nemmeno con le migliori strategie di marketing.

LA STORIA DI NIVEA CONTRO NEVE: #STOCONNEVE – Nivea sta passando grossi guai sull’internet per aver intentato, e vinto, una causa contro l’azienda italiana Neve Cosmetics per una questione relativa al copyright sul nome.
Il nome Nivea, come viene specificato, deriva etimologicamente dal latino niveus/nivea/niveum ossia “bianco come la neve”, e sarebbe quindi facilmente confondibile con il marchio Neve Cosmetics, che rientra nello stesso settore merceologico. Però la Neve Cosmetics si occupa di un target che non è coperto da Nivea, quello dei prodotti bio e vegan, cruelty free, come spiegano sul loro sito:

L’importanza di essere cruelty-free. Amiamo gli animali. Per questo riteniamo l’animal testing un sopruso orribile. Non testiamo su animali (né commissioniamo test a terzi, sia chiaro). Non l’abbiamo mai fatto e non lo faremo mai. Per lo stesso motivo produciamo prevalentemente cosmetici vegetariani e vegani e tutti i nostri morbidissimi pennelli sono completamente privi di setole animali.

 E sulla pagina Facebook:

L’evento Neve Cosmetics è questo sabato… come vi truccherete? N.B. la cavia di @M_chiaretta91 è bellissima anche senza un filo di trucco! ;)#CrueltyFreeMakeup #PetsLoveNeve #party #comingsoon

Posted by Neve Cosmetics on Lunedì 14 settembre 2015

 

Su internet si è creato un putiferio contro la Nivea che ha addirittura chiuso i commenti sulla pagina Facebook:

neve nivea 1

 

E su Twitter la musica è la stessa:

io sto con neve nivea

 

 

La Neve ha risposto così alla notizia della sentenza:

Per chi ce lo sta chiedendo: la causa intentata dalla multinazionale tedesca ha lasciato a bocca aperta noi per primi….

Posted by Neve Cosmetics on Mercoledì 16 settembre 2015

Il comunicato ufficiale della sentenza:

Trevisan & Cuonzo avvocati ottiene dal Tribunale di Milano la dichiarazione
di nullità dei marchi “Neve” e “Neve Make up”
Un’importante sentenza del Tribunale di Milano (N. 9103 del 2015) riconosce la celebrità internazionale del brand “Nivea ®” della società tedesca Beiersdorf assistita dallo studio Trevisan & Cuonzo e stabilisce che la parola “Neve” non può essere utilizzata da altri concorrenti come marchio nel settore cosmetico in quanto confondibile con Nivea.
La sentenza afferma il principio della confondibilità concettuale o etimologica tra marchi. Secondo il Tribunale Neve è confondibile con Nivea ® in quanto quest’ultima deriva etimologicamente dal latino niveus/nivea/niveum ossia “bianco come la neve”. Proprio il richiamo alla neve di Nivea ® rende illecito l’uso di “Neve” da parte dei concorrenti nel settore dei prodotti di bellezza. Pertanto il Tribunale ha dichiarato la nullità del marchio Neve della concorrente e ne ha vietato l’utilizzazione.
La sentenza è molto utile nel chiarire che – anche quando le parole che costituiscono i marchi sono apparentemente diverse – vi può essere confondibilità e quindi uso illecito quando il consumatore possa “associare” mentalmente i due segni e quindi i rispettivi prodotti. Tale associazione può crearsi anche in via per così dire “subliminare” per motivi legati all’origine storica ed etimologica delle parole.
La sentenza specifica però che tale tutela è riservata solo a marchi particolarmente rinomati dall’enorme valore economico e dalla forza suggestiva che deriva da molti decenni di investimenti pubblicitari e successi sul mercato come appunto il celebre “Nivea®”.

neve nivea

 

È stata anche creata una petizione su Change.org. Servirà a qualcosa?

I tweet sulla storia di Nivea contro Neve


Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “La rivincita inaspettata di Neve contro Nivea”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche