In Kanye we trust

Kanye West ha seriamente intenzione di diventare Presidente degli Stati Uniti: avremo Kim Kardashian come First Lady?

KANYE WEST

Kanye West ha sciolto gli ultimi dubbi, o almeno così pare, riguardo una sua possibile candidatura alle elezioni Presidenziali USA. Che sia ben chiaro, stiamo parlando di quelle vere, non degli MTV Music Awards o dei Grammy. Ad ogni modo non saranno quelle del prossimo anno, che eleggeranno il successore di Obama a vedere la discesa in campo di Kanye ma quelle del 2020. Yeezus lo ha annunciato ieri durante un’intervista a Vanity Fair . E l’annuncio è stato preso sul serio da qualcuno.

KANYE WEST COME PIERFERDINANDO CASINI? – L’idea era quella di parlare di moda e della nuova collezione Yeezy, la linea di abiti firmata da Kanye West. Ad un certo punto però il rapper più elegante di tutti i tempi è partito per la tangente e si è lanciato in un discorso ecumenico dove ha parlato di Internet, di libertà e del mondo che vorrebbe, un mondo dove tutti lavorano assieme per qualcosa di migliore, un greater good direbbero gli americani. Certo, secondo Kanye il sistema, così come è ora, ha qualche problema. Per lui tutti i candidati delle Presidenziali 2016 hanno qualcosa di buono ma sono così impegnati a combattersi l’uno con l’altro che si perde di vista la prospettiva finale. Insomma un po’ democristiano questo Yeezus che vorrebbe tutti i candidati a bordo nella sua squadra, non un’arena gladiatoria ma una grande orgia elettorale dove tutti sono amici e lavorano assiem.

Yeah, well, eventually I want the whole world to accept me and I want the whole world to accept each other. My vision of life is that we have all of the information to live in a better world, but we’re always holding information back. . . . In general the world is stingy with information. Information is the most important thing we have. Anytime I’ve ever had someone who intentionally held information from me in order to either control or manipulate the situation, be in charge of it in a certain way, that is the greatest travesty. I’d rather someone be hateful. It’s like being a fucking thief, you’re stealing information. It’s like when we go and we launch yeezy.supply, taking back the data is so important. And even musicians, for so long we were held back from our data. Meaning the record labels could have the data, but the musicians couldn’t have the data. This is the new world. The Internet’s like the Wild, Wild West. If you have your data, you have everything. You know the people that are connecting with you . . .

I think that the world can be helped through design. Because we don’t just sit up there and read the fucking [look] board. We look at it and we ask hours and hours and hours of questions, and the better people that you have in the room and the more information you have, the better opportunity you have of making a great decision and of creating a great proposal that people will connect to. I want everyone to win. When I run for president, I’d prefer not to run against someone. I would be like “I want to work with you.” As soon as I heard [Ben] Carson speak, I tried for three weeks to get on the phone with him. I was like this is the most brilliant guy. And I think all the people running right now have something that each of the others needs. But the idea of this separation and this gladiator battle takes away from the main focus that the world needs help and the world needs all the people in a position of power or influence to come together.

Sounds like a presidential stump speech to me. Are you still thinking of running in 2020?

Oh, definitely.

GO WEST – Ok, è fatta, l’ha detto, il materiale pubblicitario è già pronto, il canale YouTube pure ma cosa dobbiamo aspettarci dalla Presidenza West? Perché è fuori di dubbio che Kanye/Yeezus (speriamo che non faccia la fine di Prince) sia un Artista eccezionale. Anche se non ha stravolto il mondo della musica tutto quello che tocca è oro. In fondo chi prima di lui è riuscito a fare un disco intero usando l’autotune e ad avere successo? Ecco una piccola anticipazione della visione del sogno di YeezUS, il Presidente creativo che valorizzerà la vostra, la nostra libertà di essere… liberi. https://www.youtube.com/watch?t=2&v=xJnzrbd7rMY Ci siamo, Kanye ha il sogno, ha la visione, ma ce l’ha la forza? Ce le ha le palle per alzarsi e guidare quel grande paese che è l’America? Secondo noi sì, per essere l’uomo più potente del Pianeta è necessario essere prima di tutto l’Artista più importante del Pianeta (in fondo noi ci siamo fatti bastare prima l’Imprenditore più ricco d’Italia e poi il Sindaco più bravo). E credetemi, Kanye lo è. O almeno è sicuro di esserlo. kanye west genio presidente usa È davvero sicuro Kanye-West-Im-the-number-one-rockstar-on-the-planet-GIF Forse un po’ troppo kanye west presidente usa dio KANYE HA VINTO L’INTERWEBS – Uno dei fattori che hanno fatto vincere Obama è stato l’aver avuto l’Internet al suo fianco. Kanye l’Internet l’ha già vinto quando ha interrotto Taylor Swift agli WMA ed è diventato un meme. Chi non vorrebbe un Presidente meme? Il gesto di Kanye è il gesto di uno statista, in fondo se Nikita Krusciov ha sbattuto la scarpa durante un intervento alle Nazioni Unite perché il gesto di YeezUS dovrebbe essere considerato di minor valore? Ha semplicemente ristabilito l’ordine, fregandosene di quello che aveva deciso MTV. Eppoi Beyonce è meglio di Taylor Swift dai. kanye imma let you finish AH AH HONEY – Cosa manca? La First Lady, ovviamente. E chi c’è di meglio di Kim Kardashian West? Siamo onesti, sarebbe l’unica in grado di reggere il confronto con Michelle Obama, perché Kim, come suo marito, è oltre. Come non amare una First Lady che se ne potrebbe uscire da un momento all’altro con una cosa del genere durante la visita del Papa?

E serve davvero ricordare questo servizio fotografico?

lato b di kim kardashian

E PER FINIRE, DUE VIDEO – Si è scritto e si è detto molto sul video di Bound 2, Seth Rogen e James Franco ci hanno fatto una parodia, ma una cosa rimane di quel video. È il riassunto di quanto di più americano c’è, l’aquila, le montagne e i panorami dell’America “bianca”, la camicia a quadri, i cavalli nelle praterie e la moto. Con quel video Kanye si è già appropriato dell’immaginario collettivo degli USA dei bianchi e l’ha fatto diventare il suo. Lui e Kim non stanno inventando niente, i vesti di Yeezy andrebbero bene per un remake di Dune ma non sono certo il nuovo stile che salverà il mondo. Ma appunto questo è Kanye West, il personaggio, un remake un remix di quello che l’America ha già dato. Il secondo video è questo

È un concerto che Kanye ha tenuto quando era in visita in Armenia, il paese d’origine della Kardashian. Ora immaginatevi la scena del discorso di Martin Luther King davanti al Lincoln Memorial, non vedete che Kanye ci sta provando tantissimo? Basta mettergli un lago davanti ed è fatta. Magari nel 2020 ci camminerà pure sopra.

Tags:

0 commenti per “In Kanye we trust”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche