La vera storia di quelli che regalano diamanti alle ragazze vergini

L’iniziativa per il sociale a cura di un gruppo di troll presi sul serio da molti giornali e da parecchie femministe incavolate

diamanti verginità - 1

Diamonds are a girl’s best friends, cantava qualcuno qualche tempo fa, e qualcuno lo pensa ancora per davvero. Evviva, la cavalleria non è morta. L’unico problema è che per poter ricevere in dono l’anello con diamante le gentili pulzelle dovranno dimostrare di essere illibate, vergini, mai sfiorate da nessun uomo. Cose d’altri tempi? Non proprio visto che, come riferisce l’Huffington Post, una pagina Facebook (acciderbolina) da ben duemila fan.

diamanti verginità

DIAMANTI INSANGUINATI – No, non sono quelli venduti dai signori della guerra africani per finanziare i loro eserciti di bambini-soldato. In questo caso il sangue è quello che le vergini devono versare per potersi fare regalare l’agognato brillocco. Al grido di #nohymennodiamond #poppedcherrydontmarry i maschi di del gruppo di Men’s Right Activist proclamano a gran voce il loro “maschilismo”.

If a feminist falls down in the forest and no ones around to blame it on, is it still the patriarchy’s fault?

Posted by No Hymen No Diamond on Monday, 28 September 2015

COMPAGNI, AVANTI IL PATRIARCATO – È davvero incredibile come un gruppo di giornaliste cada nella trappola dei troll. Non è infatti difficile riconoscere lo stile di pagine come The Patriarchy oppure Muh Patriarchy che prendono in giro le rivendicazioni e le istanze delle neo-femministe. Ah se solo l’indignata autrice del pezzo dell’Huffington prima di scrivere cose come questa:

“No Hymen No Diamond” also (unsurprisingly) doesn’t seem to consider a man’s previous sexual partners a relationship dealbreaker. Unfortunately, this double standard and the hateful ideology of “No Hymen No Diamond” exist outside of the group’s Facebook page. There are online forums where men discuss whether they want “virgin wives,” and Twitter and Instagram posts using the #NoHymenNoDiamond hashtag.

“No Hymen No Diamond” may seem like an isolated dark corner of the Internet, but it’s just an extreme symptom of a culture that shames women for being sexual beings.

avesse capito il senso di immagini come questa:

#NoHymenNoDiamond

Posted by No Hymen No Diamond on Thursday, 27 August 2015

Ma per Taylor Pittman il fatto che siano dei troll e che lo si veda da chilometri di distanza non è importante, perché persone che pensano in questo modo esistono davvero. Lei però queste persone non le trova, non le intervista, non le prende di mira perché preferisce scrivere un pezzo sulle persone che fanno ironia (libertà di espressione anyone?) su coloro che la pensano come lei.

#GameOfThrones #GoT #NoHymenNoDiamond

Posted by No Hymen No Diamond on Sunday, 23 August 2015

0 commenti per “La vera storia di quelli che regalano diamanti alle ragazze vergini”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche