Guia Soncini risponde a Le Iene

“Il medico qualche ora dopo mi ha sedata”

guia soncini lucarelli iene

Guia Soncini risponde al servizio de Le Iene che l’ha vista, suo malgrado, protagonista con Selvaggia Lucarelli e Gianluca Neri. La giornalista spiega di aver avuto un “aatacco di panico” e che un medico l’ha sedata poco dopo il servizio. La Soncini parla di “snuff movie” e aggiunge che le riprese che la riguardano sono andate in onda nonostante le diffide inviate a Italia 1:

 

Dieci giorni fa due tizi mi hanno inseguito dal cortile al cancello all’ascensore di casa. Sono entrata nel cortile ed erano già lì, all’interno di una proprietà privata che avevano preso per pubblico demanio – ma ci sono due portoni con tanto di chiave, è un equivoco in cui mi pare difficile cadere – o, più plausibilmente, che avevano deciso di invadere perché tanto non sarebbe certo stata una femminuccia a fermarli. Mi hanno inseguito, bloccando con la forza e impedendomi di richiudere prima il cancello che dalla mia abitazione dà in cortile, e poi le porte dell’ascensore. Non avevo idea di chi fossero, uno dei due aveva una telecamera. Il medico che qualche ora dopo mi ha sedata mi ha chiesto se fossero arabi (dev’esserci qualcosa di molto rassicurante nel poter circoscrivere la delinquenza a una specifica etnia), e a quel punto avevo finalmente più informazioni e ho potuto rassicurarlo: no, erano della tv, facevano un programma che si chiama Le Iene. Sì, va ancora in onda. No, neanch’io lo sapevo. Al dottore non ho potuto dare l’informazione principale, quella che avrei compreso solo l’altroieri.

Quando se ne sono andati, quando è arrivata la polizia, ogni volta che nei giorni successivi mi sono trovata a discutere del tema rispondendo cose tipo «sì, mi sono trovata un delinquente in ascensore, sì, chi l’avrebbe mai immaginato, Le Iene va ancora in onda, e probabilmente è colpa del nostro disinteresse se sono ridotti a fare comunicati con scritto che forse esploderà una bomba in diretta, dovremmo prenderli più sul serio come programma di denuncia, o almeno ricordarci che esistono» – ogni volta c’era un dettaglio che non mi tornava.

Se vuoi filmare qualcuno o chiedergli qualcosa, anche (specialmente) senza il suo consenso, lo aspetti fuori dal portone. Nessuno può dirti niente, se sei in mezzo alla strada: sei molesto, ma non fuorilegge. Se invece deliberatamente violi una proprietà privata, rifiutandoti di allontanarti quando la persona che stai aggredendo te lo chiede, se oltretutto sei un uomo e entri con la forza nell’ascensore da cui ti sta cacciando una donna alta la metà di te, sei così dalla parte del torto che non puoi non sapere che ti arriverà una diffida legale. Perché mai decidi di rischiare di ottenere del materiale che non puoi legalmente trasmettere, se il tuo scopo è invece mettere in onda quelle immagini? (Metterle in onda, oltretutto, in un gruppo televisivo il cui principale programma pomeridiano ha come tema portante la stigmatizzazione del femminicidio. Devono essersi divisi i compiti tra reti: su Canale 5 gli uomini che ti aggrediscono sono bruti ingiustificabili, su Italia 1 sono giustizieri. Dev’essere l’etica dei canali dispari.)

Il dettaglio che non mi tornava l’ho colto domenica, quando – nonostante le diffide – Italia 1 ha trasmesso delle scene girate a casa mia

(il resto del post qui)

GUIA SONCINI A LE IENE – Robusta figura di m… per Guia Soncini che ieri intervistata da Le Iene in merito al processo che dovrà affrontare insieme a Selvaggia Lucarelli e Gianluca Neri per il furto di mail a Elisabetta Canalis e altri vip, non trova di meglio che dare calci e chiamare la polizia per cacciare l’inviato Pelazza. Anche la Lucarelli però non scherza, rispondendo in modo vago sugli sms tra lei e Macchianera riguardo agli “scheletri nell’armadio” di Mara Venier:

Il video completo del servizio è qui

l’impressione di chi ha guardato il servizio è questa:

LUCARELLI, SONCINI E NERI: LA STORIA DEL FURTO DI MAIL – Scoop del blog Giustiziami, che afferma di aver letto il capo d’imputazione nei confronti di Selvaggia Lucarelli, Guia Soncini e Gianluca Neri alias Macchianera. Le tre blogstar dovranno rispondere alle accuse di concorso in intercettazione abusiva, accesso abusivo a sistema informatico, violazione della privacy:

Stando al decreto di citazione firmato dal pm di Milano Grazia Colacicco che li ha mandati a processo, i tre giornalisti e blogger riuscivano a intrufolarsi nell’intimità dei vip ottenendo “fraudolentemente” codici e password, operazioni facilitate da domande segrete a basso livello di protezione per il recupero delle parole chiave (in un caso: “Come si chiama il tuo animale domestico?”)

I tre così avrebbero ottenuto numerose foto di Elisabetta Canalis nella villa di George Clooney, che poi avrebbero tentato di vendere ad un settimanale, senza però riuscirci perché la Canalis sporge denuncia al commissariato Garibaldi / Venezia di Milano:

“al fine di procurare a sé o a altri un profitto consistente nella vendita di fotografie e di informazioni o conversazioni personali di cui erano venuti a conoscenza o comunque al fine di arrecare danno a Elisabetta Canalis e alle persone di seguito indicate, si procuravano, rispondendo alla domanda segreta per la password, i codici di accesso dell’indirizzo di posta elettronica di Federica Fontana, Mara Povoleri (Mara Venier, ndr), Sandra Bullock, Scarlett Johansson e altri”

Giustiziami spiega quali sono le accuse nel capo ti imputazione:

In seguito Lucarelli, Neri e Soncini, sempre stando alle accuse, “fraudolentemente intercettavano comunicazioni relative a un sistema informatico o telematico e ne rivelavano in parte il contenuto. In particolare, avendo fraudolentemente ottenuto gli accessi a vari account di posta elettronica, ne monitoravano la posta in entrata utilizzando un apposito account di posta elettronica come collettore unico di tutta la corrispondenza intercettata”.

Selvaggia Lucarelli risponde così su Facebook:

Leggo titoli fantascientifici su un processo legato a una vecchia indagine che purtroppo mi ha coinvolta nel 2011 e di…

Posted by Selvaggia Lucarelli on Giovedì 28 maggio 2015

Tags:

0 commenti per “Guia Soncini risponde a Le Iene”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche