La lotta delle tette: Selvaggia Lucarelli contro Anna Tatangelo

La Lucarelli scambia la campagna di prevenzione della LILT per un concorso di bellezza. Tranquilla Selvaggia, anche le tue tette non sono male. E la Tatangelo si indigna

Anna tatangelo lilt lucarelli

La battaglia sulle tette di Anna Tatangelo assume le proporzioni di una guerra termonucleare grazie all’opinione (assolutamente non richiesta) di Selvaggia Lucarelli. Alla quale probabilmente rode di non essere stata scelta come testimonial dalla LILT per la sua campagna di prevenzione sul tumore al seno.

selvaggia lucarelli anna tatangelo

PER LA SERIE: DONNE CHE ODIANO LE DONNE  – La Tatangelo secondo la blogger non va bene perché “mostra gli addominali” che non sono “proprio necessari alla causa”. Inoltre la moglie di Gigi D’Alessio ha le tette rifatte, per ragioni puramente estetiche e non perché le  sono state asportate in seguito ad una mastectomia. Però, prosegue l’ex-concorrente dell’Isola dei Famosi,  non significa che chi è rifatta non possa partecipare alla causa, ma forse era meglio che no. Insomma, il problema per Selvaggia Lucarelli non sono le tette rifatte, sono le tette di Anna Tatangelo, oppure Anna Tatangelo stessa per chi non è in grado di scindere le due cose. E soprattutto quegli addominali! La campagna di Ottobre Rosa è per la prevenzione del tumore al seno, quindi che problema c’è a mostrare una donna in salute? Come ha ricordato Francesco Schittulli, presidente di LILT il motivo della scelta della Tatangelo è però un altro:

Noi dobbiamo parlare alle ragazze, alle giovanissime e dobbiamo rompere tabù e pregiudizi. E Anna Tatangelo ha un milione di Follower su Facebook e 600 mila su Twitter. Lei parla ai giovani ed è un esempio di giovane donna attenta alla salute, che pratica i corretti stili di vita e da brava madre si occupa anche dell’alimentazione sana del figlio. Per questo considero la scelta fatta assolutamente in linea con i messaggi che la Lilt cerca di diffondere: la cultura della prevenzione. La campagna parla alle donne sane, perché arrivare prima significa salvarsi la vita e proteggere il seno considerato il simbolo della femminilità’

Ed in fondo qualche anno fa una delle testimonial di LILT è stata l’ex Miss Italia Cristina Chiabotto e anche lei si era rifatta il seno:

chiabotto LILT

 

E intanto la Tatangelo si indigna:

Sono dispiaciuta ma anche un po’ indignata per quello che è stato scritto riguardo la mia campagna Lilt”. Anna Tatangelo non ci sta e reagisce alle proteste sulla foto in cui posa nuda per la lotta contro il tumore al seno, ma è subito polemica. “Ho sempre pensato che la promozione di una causa così importante per tutti fosse inattaccabile. Mi sbagliavo, perché si è riuscito a fare polemica anche su questo”, aggiunge. “Non penso che una donna giovane, con gli addominali e con il seno florido come il mio (cit) -sottolinea la cantante- non possa prestarsi a fare una campagna come quella della Lilt. Il tumore riguarda tutti e la prevenzione deve interessare tutte le età, soprattutto le ragazze. È fuori luogo che alcune blogger dicano che 28 anni sia una fascia troppo bassa per fare prevenzione. Ricordo che sono stata scelta anche per questo, perché ho 28 anni e sono una donna e una mamma che sostiene uno stile di vita sano per se stessa e suo figlio. Uno degli obiettivi che ho per la Lilt, è proprio quello di arrivare ad un pubblico giovane con l’intento di fare campagna anche negli istituti scolastici. Da sempre mi espongo per le donne, su diversi fronti e sono felice di farlo. Ho dedicato una parte importantissima del mio repertorio musicale alle donne, da essere una donna con mogol fino a tematiche per la sensibilizzazione sul tema anoressia e violenza sulle donne. Sono orgogliosa di essere stata scelta dalla Lilt, mi dispiace di questa polemica ridicola, apprezzo solo il fatto che se non altro si parlerà tanto di prevenzione”

Un commento per “La lotta delle tette: Selvaggia Lucarelli contro Anna Tatangelo”

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Rubriche