La verità sulla la scena di sesso a tre di Suburra

Beh che dire, Favino non ci fa certo una figura da macho italico

suburra sesso a tre

Pierfrancesco Favino racconta in un’intervista a Vanity Fair come è stata girata la scena di sesso a tre che praticamente introduce il p

Com’è stato girare quelle scene di sesso piuttosto esplicito in Suburra?

«Sono stato imbarazzatissimo.Prima abbiamo fatto una prova mezzi svestiti io, le ragazze(il sesso è a tre, ndr), il regista e l’aiuto regista in una stanza d’albergo dove ci siamo ritrovati a discutere e mimare posizioni. Poi c’è stato il set, e lì c’era il cast al completo, compresi i truccatori che mi avevano applicato una protesi laggiù, per farmi stare più tranquillo. L’unico modo per farcela è scavallare l’imbarazzo pensando che tu lì non sei te stesso e quella scena non è gratuita».

La sua compagna che cosa ha detto quando l’ha vista?

«Per fortuna Anna (Ferzetti, ndr) fa l’attricee può capire, ma le ha dato fastidio.Io però, pure se faccio l’attore, in ruoli rovesciati sarei geloso a bestia. Ma va bene, anche questo è un segno che ci amiamo».

Beh che dire, Favino non ci fa certo una figura da macho italico, ma invece fa un figurone come innamorato!

Tags:

0 commenti per “La verità sulla la scena di sesso a tre di Suburra”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche