Harry Potter and the cursed Child: il ritorno di Harry Potter

#HarryPotterIsBack, e potrete vederlo a partire da giugno 2016 a teatro a Londra

harry potter cursed child - 1

Harry Potter è tornato, non è un film e non è un libro. È un’opera teatrale dal titolo “Harry Potter and the cursed Child” che andrà in scena a giugno 2016 al Palace Theatre di Londra. La buona notizia è che i biglietti sono già in vendita, la cattiva è che se vorrete assistere ad una delle rappresentazioni dovrete per forza di cose andare a Londra. A meno che non vengano previste proiezioni dell’opera dal vivo nei cinema come è accaduto ad esempio per lo spettacolo dei Monty Python (niente a che vedere con Severus Piton).

NON È UN PREQUEL – A confermare che si tratta del vero Harry Potter è stata proprio J. K. Rowling che però non ha aggiunto molto sulla trama. Si sa solo che l’ottavo capitolo della saga di Harry Potter è ambientato dopo gli eventi raccontati in Harry Potter e i Doni della Morte. Nell’epilogo del libro, 19 anni dopo la morte di tu-sai-chi, infatti abbiamo visto Harry e Ginny accompagnare i loro figli a Hogwarts. A quanto pare la storia raccontata nell’opera teatrale Harry Potter and the cursed Child sembra essere incentrata sul personaggio di Albus Severus, il secondogenito di Harry e Ginny che alla fine del racconto ha circa undici anni. Dal poco che è scritto sul sito ufficiale si sa solo che i fantasmi del passato sono tornati a turbare la vita di Harry e che Albus fatica a sopportare il peso del nome che porta:

It was always difficult being Harry Potter and it isn’t much easier now that he is an overworked employee of the Ministry of Magic, a husband and father of three school-age children. While Harry grapples with a past that refuses to stay where it belongs, his youngest son Albus must struggle with the weight of a family legacy he never wanted. As past and present fuse ominously, both father and son learn the uncomfortable truth: sometimes, darkness comes from unexpected places.

L’opera è divisa in due parti che, secondo i consigli degli autori, vanno viste consecutivamente nel corso di una giornata: un matinee per la prima parte e uno spettacolo serale per la seconda. Ma perché questo nuovo capitolo della vita di Harry Potter non è diventato un libro? Secondo la Rowling quando il pubblico avrà visto l’opera sarà chiaro il motivo per cui l’unico modo per raccontare la storia era uno spettacolo a teatro. Resta quindi da vedere se J. K. Rowling riuscirà a compiere l’ennesima magia: dopo aver avvicinato milioni di bambini (divenuti adolescenti) alla lettura è lecito aspettarsi che Harry Potter possa far conoscere il mondo del teatro ai fan delle avventure di quello che una volta veniva definito “maghetto”, ma che è inevitabilmente cresciuto, proprio come i suoi lettori. hARRY POTTER AND THE CURSED CHILD biglietti    

0 commenti per “Harry Potter and the cursed Child: il ritorno di Harry Potter”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche