Suburla: la parodia di Suburra di Maccio Capatonda VIDEO

suburla maccio capatonda parodia suburra

Cosa succede se Maccio Capatonda guarda il film “Suburra”? La parodia divertentissima “Suburla” in cui non si capisce davvero una mazza. Maccio parla a un personaggio misterioso che dovrebbe rappresentare Samurai, il boss interpretato da Claudio Amendola, la cui unica battuta appunto è “EH?”.

 

Suburla: la parodia di Suburra di Maccio Capatonda VIDEO

LA SCENA DI SESSO A TRE DI SUBURRA – Pierfrancesco Favino racconta in un’intervista a Vanity Fair come è stata girata la scena di sesso a tre che praticamente introduce il p

Com’è stato girare quelle scene di sesso piuttosto esplicito in Suburra?

suburra sesso a tre

«Sono stato imbarazzatissimo.Prima abbiamo fatto una prova mezzi svestiti io, le ragazze(il sesso è a tre, ndr), il regista e l’aiuto regista in una stanza d’albergo dove ci siamo ritrovati a discutere e mimare posizioni. Poi c’è stato il set, e lì c’era il cast al completo, compresi i truccatori che mi avevano applicato una protesi laggiù, per farmi stare più tranquillo. L’unico modo per farcela è scavallare l’imbarazzo pensando che tu lì non sei te stesso e quella scena non è gratuita».

La sua compagna che cosa ha detto quando l’ha vista?

«Per fortuna Anna (Ferzetti, ndr) fa l’attricee può capire, ma le ha dato fastidio.Io però, pure se faccio l’attore, in ruoli rovesciati sarei geloso a bestia. Ma va bene, anche questo è un segno che ci amiamo».

Beh che dire, Favino non ci fa certo una figura da macho italico, ma invece fa un figurone come innamorato!

SUBURRA QUANTO SOMIGLIA A MAFIA CAPITALE? – Ma a quali personaggi reali corrispondono quelli di Suburra?

Cominciamo dal primo personaggio: l’identificazione di Samurai con Massimo Carminati è immediata, visto il trascorso storico del personaggio, che viene raccontato come un ex estremista di destra e, nel libro, raccoglie i segreti di Dandi, il cui personaggio, come abbiamo ricordato, è ritagliato su quello di Enrico De Pedis, accusato per molto tempo di essere un boss della Banda della Magliana ma senza alcuna condanna definitiva in merito. Giancarlo De Cataldo però suggerisce una similitudine anche con Delfo Zorzi, l’imprenditore ex terrorista nero che oggi vive in Giappone ed è stato assolto dalle accuse di aver avuto un ruolo nella strage di Piazza della Loggia. C’è però da segnalare che il libro sembra dotato di un particolare tipo di preveggenza: viene pubblicato nel 2013, mentre l’inchiesta Mafia Capitale finisce su tutti i giornali alla fine del 2014. Eppure proprio in quel frangente si scopre che durante la perquisizione in casa di Carminati viene ritrovata una katana, e proprio di una strage con una katana si parla all’inizio del libro (ma questa scena non è stata portata nel film). E ancora: il distributore di benzina dalle parti di Corso Francia che durante l’inchiesta è stato oggetto di ascolti ambientali da parte della procura di Roma nell’indagine diretta da Pignatone si trova nel libro e nel film, anche se Samurai-Amendola preferisce ricevere i suoi ospiti al tavolino di un bar, come faceva d’altro canto Giuseppucci in via Chiabrera in quella che venne indicata come la sede dell’associazione a delinquere Banda della Magliana nel processo che finì per assolvere gli imputati dal reato di concorso in associazione mafiosa. I due clan che si fanno la guerra (scusate lo spoiler) dopo l’omicidio del fratello minore di un boss sono piuttosto riconoscibili: gli Anacleti somigliano tantissimo ai Casamonica, e quando Samurai ricorda che Manfredi e i suoi parenti vengono associati agli “zingari di merda” la similitudine diventa vera e propria identità. Per quanto riguarda Ostia, con il personaggio di Numero 8 la memoria non può che tornare ai Quattro Re di Roma oggetto di una famosa copertina de l’Espresso e di un articolo di Lirio Abbate che nel 2012 anticipava alcune delle risultanze dell’indagine poi confluita nell’inchiesta Mafia Capitale. Qui la zona di Ostia veniva considerata un feudo del clan Fasciani: oggi sappiamo che alla presentazione del film è intervenuto anche il fratello di un uomo accusato di associazione mafiosa e di un presunto clan, quello degli Spada.

Tags:

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “Suburla: la parodia di Suburra di Maccio Capatonda VIDEO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche