Essere Aurora Ramazzotti

La figlia di Michelle Hunziker e Eros Ramazzotti si racconta e ci spiega quanto sia difficile essere una come lei: raccomandata

aurora ramazzotti vanity fair raccomandata - 1

Non c’è niente di peggio al giorno d’oggi che essere Aurora Ramazzotti. Dice la figlia di Eros Ramazzotti in un’intervista a Vanity Fair. In realtà mi vengono in mente un paio di cose che sono davvero peggio: la prima è dover leggere continuamente notizie su Aurora Ramazzotti, la seconda è sentire Aurora Ramazzotti lamentarsi della sua vita. Ed è proprio quello che è successo a Vanity Fair dove appunto troviamo una notizia su Aurora Ramazzotti e sul suo lamentarsi della sua esistenza.

Coming soon… #SHbysilvianheach #heachgirl @silvianheach @iconize @gianfrancovitale @carolinaschisa @gra69 @assuntadeprisco @barbarabertuzzi

Una foto pubblicata da Aurora Ramazzotti (@therealauroragram) in data:

SONO UNA RACCOMANDATA – La figlia di Michelle Hunziker conduce la striscia quotidiana di X Factor 9, come ci è arrivata? Proprio perché è la figlia di Ramazzotti e della Hunziker. E se là fuori ci fosse qualcuno più bravo di lei? Cazzi suoi, perché tanto quel qualcuno è figlio di gente comune e non avrà mai questa possibilità. Quindi stai tranquilla Aurora, nessuno ti ruberà il posto. In fondo il suo sogno è finire in televisione come mamma e papà, pensate che la piccina lo scorso anno ha pure provato ad iscriversi ad X Factor:

L’anno scorso mi sono persino iscritta a X Factor, ovviamente senza dirlo ai miei. Non avevo calcolato che, avendo io dato le mie vere generalità, avrebbero subito contattato mia madre. Mio padre mi ha detto che ero brava, ma mi ha messo in guardia: “Non sarà facile, devi essere forte. Ne sei davvero convinta?”. Ci ho riflettuto molto, sono giunta alla conclusione che forse non ero pronta, e ho lasciato perdere

Insomma Aurora è consapevole che l’unica dote artistica che ha è il suo cognome, ecco perché ha rinunciato a concorrere. Molto più facile e comodo invece condurre, proprio come le è capitato (che sorpresa) quest’anno.

Io sono te #sempredipiù

Una foto pubblicata da Aurora Ramazzotti (@therealauroragram) in data:

AURORA RAMAZZOTTI E LE CRITICHE – Ma se non le pesa essere una raccomandata (e le critiche correlate) cosa è che fa star male davvero la figlia di Eros e Michelle? I commenti sul suo aspetto fisico. Eh già perché a quanto pare da mamma e papà ha ereditato solo il cognome e i contatti nel mondo dello spettacolo:

Non sono bionda, non ho gli occhi azzurri, non sono magra, alta, bella. Oggi mi dicono: “Hai una bellezza particolare, che splendidi occhi a mandorla”. Ma, quando ero piccola, la “bellezza particolare” non se la cagava nessuno. Mi dicevano: “Cinese”, “Cicciona”. Per non parlare dell’adolescenza, quel periodo orrendo dagli 11 ai 15, quando ti sviluppi, escono i brufoli, la ciccetta. Mi sono trovata bersaglio di cattiverie atroci. Se in più, come è successo a me, vai su Internet e trovi le foto in costume di te e tua mamma con un titolo che suona tipo “Michelle 34 anni, Aurora 14, è più figa la madre della figlia”, ti senti piuttosto male. Ho avuto crisi isteriche: mi vedevo brutta, mi rifiutavo di uscire di casa.

Certoo l’esperienza di “bruttarella” e le critiche che tanto l’hanno fatta soffrire non le sono servite per avere pietà degli altri, ad esempio il figlio di Belen Rodriguez Santiago De Martino-. Qualche tempo fa durante un video girato con Periscope, Aurora imitava Belen mentre l’amico Tommaso Zorzi le faceva da spalla. Ma ad un certo punto si rivolge a lui con la battuta poco felice: “Sei brutto come Santiago”.


Aurora Ramazzotti imita Belen Rodriguez di superstarz_com

Nell’intervista a Vanity Fair Aurora torna su quello spiacevole episodio, dicendo che non l’ha fatto apposta

Mi sento male solo a pensarci. Io non sono cattiva e amo i bambini, che per me sono tutti bellissimi. Ho agito d’impulso, stupidamente, senza il tempo di riflettere, e con i social questa impulsività stupida la paghi. Ma per me era evidente: non potevo pensare che il bambino fosse brutto. Troppe volte ho subìto lo stesso tipo di offesa, dalla gente che, guardandomi, diceva: “Come ha fatto a uscire, da due genitori così, un simile cesso a pedali?”. Sarei folle se lo avessi fatto con consapevolezza. Mi dispiace moltissimo per le persone che ho offeso, e che sono state così eleganti da non commentare mai, quando avrebbero potuto infierire

In fondo Santiago De Martino non è certo gente comune, quindi non si sa mai.

0 commenti per “Essere Aurora Ramazzotti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche