“Non abbiamo una mano ma ci ameremo tutta la vita”

Kirill

Queste foto mostrano un bambino adottato dal Kazakhstan incontrare il suo nuovo nonno in Newfoundland e così vedere per la prima volta nella sua vita, qualcuno che come lui è nato senza la mano destra. Ma riuscire a portare a casa il bambino di 4 anni non è stato facile. Doug e Lesley Facey, una coppia di Paradise, in Newfoundland, ha preso la decisione di adottare un bambino nel 2012. Dopo mesi di procedure legali, i Faceys hanno visto la foto di Kirill e Doug ha immediatamente pensato a suo pare Chris. “Come potevo dire no a questo bambino quando avevo vissuto tutta la mia vita con una persona con lo stesso difetto fisico che mi ha insegnato che niente ti deve fermare nella vita?” ha detto Doug a BuzzFeed.

SuperstarzGallery clicca per ingrandire le immagini

Finalmente, lo scorso giugno, era arrivato il momento per i Faceys di andare a prendersi il loro figlio nell’orfanatrofio in Karaganda. “È stato surreale l’incontro con Kirill. L’avevamo aspettato così tanto che non sembrava vero fosse di fromte a noi. Il giorno dell’incontro nessuno di noi lo scorderà mai.” Il piccolo Kirill ha cambiato diverse famiglie prima, per colpa della sua mano. Persino il giudice in Kazakistan ha chiesto alla coppia “siete sicuri di voler adottare questo bambino senza una mano?”. “Sono diventata piuttosto arrabbiata a quel punto, dopo averlo sentito così tante volte”. Ha detto al giudice: “Con tutto il rispetto, questo bambino non ha niente che non va. Gli manca una mano, non lo considero un disabile”. Ma finalmente dopo aver aspettato e aver completato tutta la burocrazia, hanno portato in Newfoundland il loro nuovo figlio.

Così Kirill ha incontrato Chris. “Mio padre ha tirato fuori il suo moncherino e così ha fatto Kirill e si sono “colpiti”. Ora i due sono inseparabili e Kirill chiede sempre di parlare con “nonnino”.

Autore: Noemi Usai

Sono nata a Roma ho 21 anni e studio canto. E collaboro a Superstarz!

0 commenti per ““Non abbiamo una mano ma ci ameremo tutta la vita””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche