James Deen: il “pornostar” accusato di tre stupri

Ashley Fires e Tori Lux hanno raccontato di essere state aggredite da James Deen, che nel frattempo è stato licenziato dalla casa di produzione Kink

james deen accuse stupro - 1

A quanto pare i due tweet dove Stoya accusava l’ex-fidanzato James Deen di stupro stanno diventando una valanga. Al di là delle polemiche sull’opportunità o meno di parlarne su Twitter in queste ore la vita di Deen sta diventando un inferno. Perché diverse donne del mondo del porno si sono fatte avanti per raccontare di essere state violentate dal porno attore. E non durante le riprese di un film. Perché prima di andare a leggere i racconti su Deen è sempre bene ricordare che non è che siccome una di lavoro fa la pornostar allora di conseguenza è impossibile da stuprare.

james deen accuse stupro - ashley fires 2

LE ACCUSE DI DUE COLLEGHE DI JAMES DEEN – Subito dopo Stoya l’attrice Ashley Fires si è confessata con Buzzfeed raccontando che nel 2012 Deen l’avrebbe aggredita nelle docce della casa di produzione di film a luci rosse Kink. Non uno stupro vero e proprio, più un tentativo di violenza. Che sarebbe stata scongiurata solo perché la Fires – dopo aver ripetutamente detto a Deen di fermarsi – sarebbe riuscita a divincolarsi prima che l’uomo riuscisse a violentarla. Nel racconto della Fires Deen non avrebbe vissuto l’episodio come un’aggressione, anzi avrebbe invitato la donna a presentarsi nelle sue stanze qualora avesse voglia di farlo. La Fires però non avrebbe denunciato Deen alla Polizia ne tanto meno ai suoi datori di lavoro dell’epoca (la Kink ha nel frattempo scaricato l’attore) perché la casa di produzione non aveva un addetto alla gestione del personale cui rivolgersi.

james deen accuse stupro - ashley fires

Molto più crudo il racconto di un’altra ex-collega di Deen, l’attrice Tori Lux. L’aggressione ai danni della Lux sarebbe avvenuta nel 2011 sui set di un film porno al quale stava lavorando e dove si era presentato Deen (che però non era nel cast). Tori Lux racconta su The Daily Beast di essere stata molestata da Deen che prima l’avrebbe presa a schiaffi in faccia, invitandola “ad annusare i suoi testicoli” dopo averla sbattuta a terra e immobilizzata esercitandole una forte pressione con le ginocchia. Quando la Lux tentò di rialzarsi Deen la costrinse a inginocchiarsi e prendendola per i capelli se l’avvicinò all’inguine. Perché Tori Lux non ha denunciato Deen ed esce allo scoperto solo ora? Per paura, come tutte le vittime. Anche perché le molte persone presenti sul set si guardarono bene dall’intervenire. La cosa era forse considerata normale amministrazione nel mondo del porno? La Lux non crede sia così, ma di sicuro ci sono molti aspetti oscuri del business e Deen rappresenta uno di questi.

Tags:

0 commenti per “James Deen: il “pornostar” accusato di tre stupri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *