“Stupri mia moglie? Ti ammazzo, ti friggo il pene e me lo mangio”

Scopre che la moglie non è vergine e va alla caccia dell’uomo che lei dice averla violentata, lo uccide, gli dà fuoco e alla fine

stupro indonesia pene cannibale -1

Un orribile delitto era stato commesso in Indonesia, nel villaggio di Penumangan Lama. Ad ottobre il corpo carbonizzato di un uomo di nome Rudi era stato trovato all’interno della sua auto. Il mistero di come sia morto però è stato risolto solo qualche giorno fa quando la Polizia indonesiana ha arrestato una coppia, marito e moglie con l’accusa di omicidio. A guidare gli investigatori alcuni sospetti nei confronti della coppia, a quanto pare Rudi aveva aggredito sessualmente la donna una settimana prima delle nozze.

stupro indonesia pene cannibale -2

TUTTO PERCHÉ LA MOGLIE NON ERA VERGINE – Il marito, di nome Rudi Efendi, avrebbe quindi deciso di farsi giustizia da solo e di vendicare l’onta subita dalla giovane moglie Nuriah. La Polizia di Tulangbawang ha scoperto quindi che Rudi Efendi non solo aveva ucciso e dato fuoco alla vittima, ma ne aveva anche mutilato gli organi genitali. Sul cadavere carbonizzato di Rudi infatti la scientifica non ha trovato un orecchio e il pene. Nella sua confessione Rudi Efendi ha spiegato di aver strappato i genitali della vittima e di averli mangiati come gesto rituale per “guarire” e “curare” le ferite inferte dal presunto stupratore alla moglie e al loro matrimonio. Rudi Efendi ha detto di aver mangiato “l’attrezzo vitale” della vittima per curare il suo odio nei confronti di Rudi. La prima notte di nozze l’uomo aveva infatti scoperto che la moglie non era vergine, alla domanda su come mai non lo fosse Nuria sembra aver risposto dicendo di essere stata violentata da Rudi, con il quale in passato aveva avuto una relazione. La Polizia ha quindi arrestato anche Nuriah, con l’accusa di complicità in omicidio. Sarebbe stata infatti la donna ad attirare Rudi nella trappola dandogli un appuntamento in modo da consentire al marito di portare a termine la sua vendetta, accoltellandolo a morte. Secondo Efendi però la donna sarebbe del tutto estranea alla vicenda. Un bravo marito difende l’onore della moglie fino alla fine.

0 commenti per ““Stupri mia moglie? Ti ammazzo, ti friggo il pene e me lo mangio””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche