Irama a Sanremo 2016: sotto le piume niente

Guardate, su in cielo! È un uccello! È un cantante! È un rapper! No, è Irama

irama sanremo 2016 - 1

Cosa succede se ti svegli una mattina con in testa un sacco di cose da dire e il tuo canarino preferito è appena stato mangiato dal gatto della tua fidanzata? Semplice, ti fai pungere con una piuma radioattiva del tuo pappagallo (sì, hai anche un pappagallo, ti piacciono proprio i pennuti) e diventi Irama. Solo che putroppo Irama non è un super eroe ma una delle otto nuove proposte di Sanremo 2016. Quindi ci tocca ascoltare Cosa Resterà e vedere se ci trasformiamo in un serpente piumato.

AGGIUNGETE ALTRE PIUME! – Come spiegare Irama? Prendete i Cani e toglietegli l’ironia e le parti coi synth fighe, Fedez e toglietegli i featuring con quelli o quelle che sanno cantare bene (insomma avete capito cosa resta no?), poi aggiungete la capacità di J.Ax di fare canzoni fatte di elenchi interminabili e quella di Povia di cantare i buoni sentimenti, infine spolverate con il sudore di Eros Ramazzotti e avrete una buona idea di chi sia Irama. Uno che ovviamente dice di ispirarsi a Guccini e a De Andrè (e Stromae, ma solo a livello di ATTITUDINE) e che se passerà alla storia lo farà grazie agli orecchini con le piume.

irama sanremo 2016 - 2

IRAMA CANTA DI UNA PERSONA ORRIBILE – Il vero nome di Irama è Filippo Maria Fanti, diciannove anni (e non sentirli) da Monza. Mentre Irama è una parola malese che significa “non so cantare ma se mi metto di profilo le foto sul palco dell’Aristono vengono benissimo lo stesso e non si sente che ansimo mentre prendo fiatoritmo. A Sanremo ce lo troveremo con “Cosa Resterà”, titolo originalissimo per una canzone altrettanto innovativa che parla – guardacaso – di un amore e di quello che rimane quando uno dice alla sua bella cose come “Non me ne frega se mi manca la morale vado con altre non vuol dire che non ci tenga a te” oppure perle come “non siamo fatti per restare soli, forse l’unica ragione per cui siamo ancora qua” che è un po’ come dire sto con te perché altrimenti le mi tocca andare con le altre di cui sopra ma poi mi prende la nostalgia. Davvero, solo una persona orribile potrebbe dedicare parole del genere alla sua amata. Se fosse una di quelle orribili pagine Facebook la canzone di Irama sarebbe probabilmente qualcosa come “Bella e Bastarda xoxo XD”.  Questo e tanto altro è Irama (vi ho già parlato degli orecchini di piuma?) che si fa chiamare anche IramaPlume.

Tags:

0 commenti per “Irama a Sanremo 2016: sotto le piume niente”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche