L’appello di Francesco Totti per il Daniele Potenzoni, il ragazzo scomparso

“Mi appello a tutti voi romanisti, aiutiamo la famiglia di Daniele a riportarlo a casa”

francesco totti daniele potenzoni

“Mi appello a tutti voi romanisti, aiutiamo la famiglia di Daniele a riportarlo a casa”. Francesco Totti scende in campo per sostenere le ricerche di Daniele Potenzoni, ragazzo autistico di 36 anni che si è perso lo scorso giugno nella Capitale. “Daniele, un ragazzo schizofrenico con tratti di autismo, ma non aggressivo, si è perso a Roma oltre 7 mesi fa – scrive il capitano giallorosso nel suo messaggio -. Non sa chiedere aiuto, cibo o sostegno”. “Questo ragazzo è di Milano e si è perso nella nostra città – aggiunge Totti, che domani con la sua Roma sarà impegnato in campionato contro la formazione rossonera -. Mi appello a tutti voi romanisti, aiutiamo la famiglia di Daniele a riportarlo a casa. Se lo incontrate per strada chiamate subito le forze dell’ordine. Non restiamo indifferenti, riportiamo a casa Daniele”.

Qualche giorno fa era stato il fratello di Daniele Potenzoni a chiedere l’aiuto di Francesco Totti:

La famiglia non si abbatte, continua a sperare: dalla casa di Pantigliate il padre Francesco, la madre Rita e i due fratelli vengono tenuti costantemente informati dalla Polfer, mentre nelle ultime ore sono stati avviati contatti con la società sportiva Roma, che ha aderito alla richiesta di aiuto avanzata dai Potenzoni. «Sabato 9 gennaio in occasione di Roma-Milan, durante l’intervallo – ha annunciato Luca, il fratello 29enne – la foto di Daniele sarà inserita nel megaschermo dello stadio Olimpico e lo speaker farà un annuncio ai tifosi, perché tutti, nessuno escluso, ci diano una mano nelle ricerche. Ho un sogno – aggiunge Luca, che nei giorni scorsi ha scritto una canzone hip-hop per denunciare la vicenda- che sia Francesco Totti, calciatore dalle grandi doti umane, a lanciare personalmente un appello». Poi si ferma e si concede un battuta, in queste ore di tensione e speranza: «Ci spero tanto, il capitano Totti potrebbe darci l’aiuto decisivo. E lo dico da milanista, segno che lo stimo davvero».La famiglia non si abbatte, continua a sperare: dalla casa di Pantigliate il padre Francesco, la madre Rita e i due fratelli vengono tenuti costantemente informati dalla Polfer, mentre nelle ultime ore sono stati avviati contatti con la società sportiva Roma, che ha aderito alla richiesta di aiuto avanzata dai Potenzoni. «Sabato 9 gennaio in occasione di Roma-Milan, durante l’intervallo – ha annunciato Luca, il fratello 29enne – la foto di Daniele sarà inserita nel megaschermo dello stadio Olimpico e lo speaker farà un annuncio ai tifosi, perché tutti, nessuno escluso, ci diano una mano nelle ricerche. Ho un sogno – aggiunge Luca, che nei giorni scorsi ha scritto una canzone hip-hop per denunciare la vicenda- che sia Francesco Totti, calciatore dalle grandi doti umane, a lanciare personalmente un appello». Poi si ferma e si concede un battuta, in queste ore di tensione e speranza: «Ci spero tanto, il capitano Totti potrebbe darci l’aiuto decisivo. E lo dico da milanista, segno che lo stimo davvero».

Tags:

0 commenti per “L’appello di Francesco Totti per il Daniele Potenzoni, il ragazzo scomparso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche