Michael McGee: ecco cosa c’è dietro il meme della vena pulsante

Un giorno sei un normale teenager, il giorno dopo sei un meme che fa impazzire internet

Michael McGee

Un giorno sei un normale teenager, il giorno dopo sei un meme che fa impazzire internet. Una foto del 18enne Michael McGee, è diventata una dei più famosi meme che girano ultimamente. La sua faccia rossa, con una vena pulsante sulla fronte sta facendo il giro del mondo attraverso i social network. Ha persino vinto un premio come meme “cercare di trattenere una scoreggia vicino a una ragazza carina in classe”. La foto è stata scattata due anni fa, quando Michael aveva 16 anni, non stava trattenendo alcun tipo di “gas” mentre era seduto vicino alla sua amica Amber. In realtà la storia è molto più semplice di così. Daily Dot è riuscito a contattare il ragazzo e ad intervistarlo, scoprendo tutta la storia dietro al meme.

http://sniffi.ng/post/136250401765/when-youre-a-morning-person-but-havent-told

Io e miei amici eravamo in classe, Mathew sapeva che potevo fare quella faccia perché eravamo amici da sempre, così mi chiese di farmi una foto. Pensavamo di pubblicare un tweet divertente, eravamo conosciuti per la nostra simpatia sul social network. Questo accadde a ottobre 2013, la foto fu praticamente ignorata se non per qualche likes. Un paio di mesi dopo, a Dicembre, mi sono svegliato e ho visto il mio telefono scoppiare. Avevo circa più di 100 notifiche su ogni social su cui la foto stava girando. È figo essere diventato “famoso”, ma avrei voluto mettere il copyright sulla foto, così ora avrei fatto un bel po’ di soldi. haha. La mia famiglia non ha capito a pieno quello che è successo. Ho raccontato alla mia famiglia di come la foto fosse finita ovunque e loro hanno riso, senza farci troppo caso. Non capiscono davvero il potere dei social network.

Autore: Noemi Usai

Sono nata a Roma ho 21 anni e studio canto. E collaboro a Superstarz!

0 commenti per “Michael McGee: ecco cosa c’è dietro il meme della vena pulsante”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche