“Ero incinta di Yari Carrisi, ma ho perso il bambino”

Naike Rivelli rivela perché ha abbandonato Pechino Express

Naike Rivelli

Su Instagram Naike Rivelli ha pubblicato una foto in cui è completamente nuda, tanto per cambiare, in ginocchio con Yari Carrisi davanti ad uno specchio. La descrizione alla foto è “Love and Freedom Amore e Libertà”. Dopo tante voci e gossip sulla loro storia, la figlia di Ornella Muti e il figlio di Al Bano e Romina Power si sono finalmente decisi a fare chiarezza sulla loro relazione. Il chiarimento c’è stato durante la diretta di Domenica Live, dove i due hanno raccontato della loro storia d’amore nata durante Pechino Express.

A Pechino Express ho conosciuto Yari e mi sono innamorata e da lì non ci siamo più lasciati. Racconto la verità, anche se il mio problema è che la verità la dico sempre. A Pechino Express, sui monti del Sudamerica, sono rimasta incinta di Yari. E’ l’unico motivo per cui ho lasciato Pechino Express, mio fratello c’è rimasto malissimo. Quando sono uscita sono rimasta due settimane in Sudamerica, avevo delle perdite. Ho avuto un aborto spontaneo. Non l’ho rivelato perché pensavo lo facesse Pechino Express. Dopo la perdita del bambino ho avuto poi altri malanni da curare. Liberatici di Pechino Express, abbiamo deciso di fare questo viaggio nostro senza telecamere…

I due figli d’arte infatti ora si trovano in India e annunciano di volersi sposare. “Una cosa più spirituale” ha detto Yari durante il collegamento telefonico. E basta guardare le foto per percepire l’atmosfera che stanno respirando loro tra yoga, spiritualità, ma sopratutto come scrive la stessa Naike amore e libertà! Sembrano entrambi pronti per un nuova avventura, ma stavolta i protagonisti saranno solo loro due.

SuperstarzGallery clicca per ingrandire le immagini

Autore: Noemi Usai

Sono nata a Roma ho 21 anni e studio canto. E collaboro a Superstarz!

0 commenti per ““Ero incinta di Yari Carrisi, ma ho perso il bambino””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche