Alan Rickman: è morto il prof Piton di Harry Potter

Aveva 69 anni, proprio come David Bowie

Alan Rickman piton morto

Chi non ricorda l’algido professor Piton di Harry Potter? Alan Rickman, l’attore che lo interpretava è morto secondo quanto riporta il Guardian:

ALAN RICKMAN: È MORTO IL PROF PITON DI HARRY POTTER – Alan Rickman è morto di cancro a Londra, e aveva 69 anni. La notizia è stata confermata dalla sua famiglia. L’età e la causa della morte ricalcano l’altro lutto che abbiamo vissuto in questi giorni, quello della morte di David Bowie. Rickman è conosciuto in tutto il mondo per aver interpretato il ruolo del professor Piton nella saga di Harry Potter, un personaggio controverso, che appare ripugnante ma che mette in luce l’ambivalenza della natura umana: il “cattivissimo” Severus Piton viene bullizzato dal padre di Harry Potter, e si rivela un uomo di valore:

È stato professore di Pozioni, di Difesa contro le Arti Oscure e preside della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, ed è il personaggio più ambiguo di tutta la saga. Da sempre ha ambito alla cattedra di Difesa contro le Arti Oscure, che gli verrà assegnata solo al sesto anno degli studi di Harry Potter. Viene descritto come un uomo alto ed esile, con capelli neri lunghi e sempre unti, il naso adunco e la carnagione pallida. Veste sempre di nero, tanto che la scrittrice lo definisce simile ad un grande pipistrello. Ha una personalità cinica, severa e si comporta con ostilità verso quasi tutti gli studenti tranne che con quelli della sua casa (Serpeverde) che cerca sempre di privilegiare (uno dei suoi studenti preferiti è Draco Malfoy). Lo studente meno gradito a Piton sembra essere Harry Potter, verso cui nutre un odio da lui ricambiato; tali atteggiamenti nascondono però un animo coraggioso, nobile e leale, oltre che furbo e astuto (queste ultime due sono caratteristiche tipiche dei Serpeverde).Per certi versi, dunque, Piton è proprio un antieroe, come dichiarato anche dalla stessa Rowling durante un’intervista

Alan Rickman: la scena della morte di Severus Piton

ALAN RICKMAN: LA CARRIERA – Alan Rickman oltre ad aver recitato in Harry Potter ha interpretato altri ruoli nel cinema, nei film “Die Hard”, “Il fantasma innamorato” e “Robin Hood: il Principe dei Ladri”. Rickman è stato un attore di tv, era diventato famoso come il Reverendo Slope per l’adattamento di Barchester Towers andato in onda sulla BBC nel 1980. Ma era soprattutto un attore teatrale:

Dopo essersi laureato al RADA, Alan Rickman lavora a lungo nel vario repertorio britannico e con vari gruppi di teatro sperimentale su produzioni come “The Seagull” e “Snoo Wilson’s The Grass Widow” al Royal Court Theatre. È apparso tre volte al Festival Internazionale di Edimburgo. Nel 1978 si esibisce con la Corte Drama Group dove mette in scena “Romeo e Giulietta” e “A View from the Bridge”. In contemporanea alla Royal Shakespeare Company (RSC), si cimenta in altre interpretazioni come in “As you like it”, sempre di Shakespeare. In teatro, recita nelle più prestigiose compagnie inglesi, lavorando in molte produzioni diverse: con la “Library Theatre Company” di Manchester fece esperienza di commedie leggere e farse come “Babes in the wood”, “Lock up your daughters” e “There’s a girl in my soup”. È stato il Re Ratto in Dick Whittington a Bristol, e Sherlock Holmes a Birmingham. Prende il ruolo principale maschile che porterà la RSC a produrre la versione teatrale de Le relazioni pericolose, diretto da Christopher Hampton. Lo spettacolo va oltre oceano e viene rappresentato a Broadway nel 1986, riscuotendo un grande successo e vale anche una nomination ai Tony Award a Rickman per la sua interpretazione del visconte Valmont.

Ciao Alan

Alan Rickman piton morto 1

Tags:

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “Alan Rickman: è morto il prof Piton di Harry Potter”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche