Le scuse di Castan

Dopo la prova disastrosa durante Roma-Verona Castan si scusa. E arriva chi lo consola e gli ricorda che…

scuse castan roma-verona

“E’ una giornata frustante per me in particolare, ho lottato tanto per tornare a giocare a pallone. Pensavo di star bene, ma oggi ho visto che bisogna migliorare tanto ancora per essere lì. Forse si sono fidati troppo di me”. A scrivere queste considerazioni sul proprio account di Twitter è stato il difensore della Roma Leandro Castan, oggi rilanciato da Spalletti ma autore di un’ingenuità che ai giallorossi è costata il rigore poi trasformato da Pazzini per l’1-1 del Verona. “Ringrazio e voglio chiedere scusa – continua Castan -perché ho provato sempre a fare il meglio con questa maglia, mi dispiace tanto”.

A consolarlo, anche in questo caso tramite Twitter, ha provveduto l’ex collega di reparto nella Roma, Mehdi Benatia: “Hai avuto un’operazione importante – scrive il marocchino – e solo un guerriero come te poteva ripartire subito e lottare. Tutti sanno quanto sei forte e tornerai quel fenomeno che eri senza dubbi, questa partita non vuol dire nulla”.

LE SCUSE DI CASTAN – Le scuse pubbliche presentate da Castan su Twitter hanno poi innescato messaggi di solidarietà da parte dei suoi compagni di squadra. Il primo a manifestare vicinanza al brasiliano è stato Nainggolan (“Leo sappiamo cosa hai passato… Sereno. Siamo tutti con te, non è successo niente… Non è colpa tua. Ne usciremo tutti insieme”) seguito da Strootman: “Sei grande”. La delusione di Castan per il rientro al di sotto delle aspettative non è passata inosservata nemmeno al suo ex compagno di reparto alla Roma, Benatia che oggi era a Udine per assistere alla gara con la Juventus. “Fratello, mi manchi e ti voglio bene”, ha twittato il difensore del Bayern Monaco.

Tags:

0 commenti per “Le scuse di Castan”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche