Laura Chiatti ci spiega perché dovremmo apprezzarla quando ci manda a fare in culo

Laura Chiatti in un intervista radiofonica a Stanza Selvaggia su M2o, con Selvaggia Lucarelli, ha parlato della tragica vicenda tra lei e la grammatica italiana

laura chiatti

Laura Chiatti in un intervista radiofonica a Stanza Selvaggia su M2o, con Selvaggia Lucarelli, ha parlato della sfortunata vicenda tra lei e la grammatica italiana, e infatti fa subito ironia su questo.

Scusate, ho poco tempo perché sono nell’ora di ricreazione, sono tornata a scuola perché questi sono errori madornali. Io rappresento il nostro Paese, non me li posso permettere

Laura ammette di non saper mantenere la calma, nella vita, ma sopratutto di fronte agli insulti su i social e si giustifica per i suoi sfondoni grammaticali così:

Mi parte la brocca. Io sono anti-tecnologica, forse avrei fatto meglio a stare lontana dai social. Io capisco che lì ci sono persone irrisolte che devono infamare la tua vita. Non capisco i giornalisti: viviamo in un momento in cui ci sono adolescenti che si buttano dal terrazzo, ci sono persone con due lauree (a differenza mia) che non hanno lavoro, ci sono persone che un lavoro ce l’hanno ma timbrano il cartellino e vanno a fare shopping… c’è tutto questo ed i giornalisti riprendono le mie abbreviazioni (“can” era un abbreviazione di Cannes, ndr). Ho sentito mille volte nella mia vita ‘Festival di Can’ ma se lo dico io c’è qualche problema. La ‘i’ in deficienti è abbastanza elementare, ma io scrivo di getto senza rileggere. E su po’ l’accento c’era. Io mando a cagare, mando a fare in culo. Sono coatta, mi piace così e non mi interessa

Laura ha raccontato anche di come il suo entourage e il anche il suo fidanzato le consigliano di non dare troppo peso a quello che scrivono sui social.

Ieri il mio fidanzato mi ha detto: ‘Ma perché tu devi parlare anche con la cameriera di Ladispoli?’. Proprio per questo dovrebbero apprezzarmi. Io li comprendo se mi infamano. Quando una persona è serena, felice e risolta non ha tempo per stare sui social. Marco non risponde mai, non legge neppure i commenti


laura chiatti 2

L’EPICA GAFFE DI LAURA CHIATTI SU INSTAGRAM – Laura Chiatti ha annunciato di abbandonare Instagram. Perché? Tutto iniziò con un post proprio sul social, in cui la Chiatti dimostrò di non sapere come si scrive Cannes:

Alberto Dandolo, il noto giornalista di gossip che scrive per Dagospia e Oggi, rilancia un’immagine che sta facendo il giro di Facebook, quella di Laura Chiatti che pubblica una foto su Instagram con uno sfondone da matita blu:

laura chiatti can

 

Un po’ (almeno 9 anni fa) andai a can con il film di sorrentino….non vinisi niente chiaramente ma al mio ritorno i miei amici fecero questo per me!!!

Ma Laura Chiatti ha cancellato quasi immediatamente il post. Non prima però che se ne accorgesse mezza Italia. Il risultato?

Laura, che evidentemente non ha ancora imparato come ridere un po’ dei propri epic fail, ha provato a rimediare con un altro post su Instagram, in cui spiegava che siamo tutti DEFICENTI, scritto proprio così, e che TUTTI notoriamente sanno che CAN è un’abbreviazione di CANNES:

LAURA CHIATTI

Peccato che non ci abbia spiegato anche che DEFICENTI è l’abbreviazione di deficienti, e che SOPRATUTTO è l’abbreviazione di soprattutto. Qualcuno, evidentemente DEFICENTE, le ha fatto notare che la pezza era peggiore del buco, e che ormai l’epic fail era al quadrato. E Dandolo ha messo la ciliegina sulla torta infierendo sulla Chiatti su Dagospia.

laura chiatti 1

Lauretta l’ha presa male. Per colpa di noi DEFICENTI ha deciso di non pubblicare niente su Instagram:

laura chiatti 2

 

Ecco.

Autore: Noemi Usai

Sono nata a Roma ho 21 anni e studio canto. E collaboro a Superstarz!

0 commenti per “Laura Chiatti ci spiega perché dovremmo apprezzarla quando ci manda a fare in culo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche