La turista che per farsi un selfie cade in un pozzo

E ha rischiato di rimanerci dentro. A volte è meglio rinunciare ai selfie più insidiosi come insegna #selfiestodiefor

turista selfie india pozzo caduta - 2

Il selfie, è cosa nota, è una disciplina che richiede grande spirito di improvvisazione e sprezzo del pericolo. A volte per potersi scattare un selfie certe persone sono disposte a correre i rischi più idioti. Rischiando ovviamente di farsi parecchio male. Un esempio è quello che è successo a questa turista austriaca in India che è – non si sa come – è caduta all’interno di un pozzo e i soccorritori sono stati costretti a tirarla su a braccia facendo ricorso ad una fune improvvisata.

CAMPIONATO DI SELFIE ESTREMO – La donna stava visitando il forte di Junagadh, nell’india occidentale quando ad un certo punto è scivolata finendo dritta dritta dentro un pozzo profondo qualche metro. Fortunatamente dei passanti hanno udito le sue urla d’aiuto e intrecciando camicie e magliette hanno creato una fune con la quale sono riusciti ad estrarre la donna dal fondo del pozzo. La turista se l’è cavata con poco, qualche escoriazione alla gamba dovuta alla caduta lungo le pareti del pozzo e un grande spavento. Un po’ infreddolita dalla permanenza in mezzo all’acqua la donna è rimasta perfettamente cosciente e all’uscita ha chiesto dell’acqua e dei vestiti per coprirsi e asciugarsi.

turista selfie india pozzo caduta - 1

Due dei soccorritori mostrano l’apertura del pozzo nel quale è caduta la donna

Come si capisce da questo video le aperture del pozzo sono a raso e non sono recintate. Difficile però non vederle.

Al di là del tentativo amatoriale della donna il pericolo di lasciarci le penne per un selfie esiste realmente. Per questo sono stati creati un sito e un account twitter @SelfiesToDieFor cercano di sensibilizzare giovani e meno giovani sui rischi di tentare di farsi una foto in situazioni pericolose.

0 commenti per “La turista che per farsi un selfie cade in un pozzo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche