Ecco chi è il bambino che sogna di essere Leo Messi

È un bambino afghano che vive in un piccolo villaggio al centro del Paese. A quanto pare la Federazione Afghana è già in contatto con Messi per organizzare un incontro

MURTAZA AHMADI leo messi maglietta twitter - 1

Una decina di giorni fa vi avevamo raccontato la storia strappalacrime del bambino che si era fatto una maglietta di Leo Messi usando una busta di plastica della spesa e un pennarello. La foto di spalle del piccolo Messi era diventata ben presto virale, e tutti si erano – come da copione – commossi immaginando la vicenda di questo bambino che anche tra le mille avversità della vita di un migrante (o di un bambino che vive in una zona di guerra) riusciva a trovare dentro di sé la forza di credere nel Dio del Calcio.

leo messi iraq migrante profugo bambino -

LA STORIA DI MURTAZA AHMADI –  Il problema è che di quel bambino misterioso non si sapeva nulla. C’era solo quella foto di spalle e una vaga indicazione geografica “Iraq”. Abbastanza per fare immaginare una vita molo difficile in una zona di guerra. Eppure già iniziavano a circolare le voci su un possibile interessamento del campione del Barça che secondo alcuni voleva recapitare al bambino una maglietta originale, magari autografata. A quanto pare l’Internet delle cose buone in questi giorni ha continuato a interessarsi alla storia del baby-Messi e come racconta Buzzfeed si è riusciti a dare un nome e un volto a quella foto. Per qualche strano gioco del destino a scoprire l’identità di Murtaza Ahmadi (questo il nome del bambino), è stato lo svedese Robin Hirori. Robin è riuscito in qualche modo a entrare in contatto con il fratello di Murtaza che gli ha inviato ulteriori foto come “prova” che si tratta proprio dello stesso bambino.

Apprendiamo così che Murtaza non vive in Iraq ma in Afghanistan in un piccolo villaggio nella provincia di Ghazni. Come si capiva dalla foto la famiglia di Murtaza è molto povera e quindi non è assolutamente in grado di comprare una maglietta di Messi (ma questo è il meno, ovviamente).

LA SOLIDARIETÀ’ DELL’INTERNET – A quanto pare però tutto l’interessamento delle “brave persone dell’internet” non ha prodotto molto più che qualche tenero awwwwww che carino perché come rivela Hirori pubblicando una chat con il fratello di Murtaza dove gli raccontava che donazioni lì non se ne sono ancora viste

E anche riguardo l’interessamento “dello Staff” di Leo Messi nella storia del bambino che sogna di essere lui non se ne è più saputo nulla. Eppure un portavoce della Federazione Calcistica Afghana pare abbia detto che si sono già messi in contatto con Messi e con il Barcellona per poter organizzare “un incontro”. Dove e quando non è ancora dato di saperlo.

0 commenti per “Ecco chi è il bambino che sogna di essere Leo Messi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche