La strana storia del prostituta con il cliente (morto) intrappolato dentro

Per quanto affascinante la storia dell’uomo morto rimasto incastrato dentro una prostituta è probabilmente falsa

prostituta incastrata cliente morto cina - 1

È il lavoro più vecchio del mondo ma non è mica detto che non ci siano incidenti del mestiere. Uno ad esempio sembra essere quello riportato da diversi tabloid inglesi che parlano della bizzarra vicenda di una prostituta cinese che è stata portata via in ambulanza perché un anziano cliente le era morto tra le gambe e lei era rimasta con l’ingombrante fardello di dolore dentro la vagina.

La prova sarebbe tutta in un video nel quale si vede il corpo dell’anziano defunto portato via su una barella. Sotto il lenzuolo sembra esserci anche qualcun’altro (o qualcos’altro) ma ovviamente, nei 47 secondi di filmato non è dato di sapere chi (o cosa). Certo che è ben strano che l’uomo sia con la testa fuori dal lenzuolo, se fosse morto in teoria dovrebbe essere completamente coperto. Anche la spiegazione diffusa dai giornali, ovvero che l’uomo sarebbe morto mentre aveva un rapporto sessuale e che quindi è “rimasto incastrato” dentro la prostituta non ha molto senso. Soprattutto perché poi sia Metro che il Daily spiegano che potrebbe trattarsi di un caso di Penis Captivus ma in quel caso allora avrebbe più senso (e combacerebbe di più con il video) se ad essere morta fosse stata la prostituta e l’uomo fosse rimasto intrappolato dentro. In effetti Snopes fa notare che la storia, per quanto incredibile e interessante, è probabilmente falsa. Per quello che ne sappiamo sotto il lenzuolo potrebbe esserci chiunque, anche una vedova inconsolabile (o un mucchio di vestiti). Ma rimaniamo a quello che sappiamo dell’episodio: un uomo viene trasportato in barella. Non sappiamo dove è stato girato il filmato (Cina è un po’ vaga come indicazione geografica), non sappiamo se è morto e per cosa è morto, non sappiamo quando è successo.

0 commenti per “La strana storia del prostituta con il cliente (morto) intrappolato dentro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche