Raphael Schumacher: la morte dell’attore rimasto impiccato in scena è davvero un suicidio?

In giornata il pm Giancarlo Dominijanni formalizzerà il conferimento di incarico al medico legale per eseguire l’autopsia sul corpo di Raphael Schumacher

raphael schumacher

E’ morto ieri a Pisa, dove era ricoverato presso l’ospedale di Cisanello, l’attore Raphael Schumacher. Schumacher, 27 anni, cinque giorni fa era rimasto strangolato da una fune sulla scena di un teatro cittadino, dove simulava un suicidio nel corso della recitazione di un monologo. La famiglia ha deciso di donare gli organi. La procedura di accertamento di morte cerebrale per l’attore Raphael Shumacher iniziata alle 14.15, si è conclusa alle 20.15. Il 27enne era rimasto strangolato in scena durante uno spettacolo domenica scorsa. Lo ha reso noto poco fa l’Azienda ospedaliero universitaria pisana con l’ultimo bollettino medico. “Sia la famiglia che la procura della repubblica – ha aggiunto l’Aoup – hanno autorizzato la donazione degli organi ma la loro effettiva prelevabilità sarà oggetto di valutazione clinica che andrà avanti nel corso della notte”. Con la morte del giovane cambierà anche il capo d’imputazione sul fascicolo contro ignoti che la procura ha aperto nei giorni scorsi: da lesioni gravissime colpose a omicidio colposo. L’ipotesi privilegiata dagli inquirenti è che si sia trattato di un tragico incidente in scena: Schumacher, 27 anni, originario della provincia di Como, aveva scelto di rappresentare un monologo sul disagio esistenziale di un adolescente che si concludeva con la simulazione di un’impiccagione.

RAPHAEL SHUMACHER: È SUICIDIO? – E’ in corso da stamani l’espianto degli organi di Raphael Schumacher, l’attore lombardo di 27 anni rimasto strangolato in scena mentre raffigurava un suicidio sabato notte in un teatro pisano. In giornata il pm Giancarlo Dominijanni formalizzerà il conferimento di incarico al medico legale per eseguire l’autopsia. Sono quattro le persone iscritte nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio colposo. Secondo quanto si è appreso, si tratta di due registi e due tecnici che fanno capo all’associazione The Thing che ha in gestione il teatro Lux di Pisa. I quattro indagati, nell’ipotesi di reato formulata dalla procura, dovranno rispondere anche dell’eventuale mancato rispetto della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Allo stato infatti il sostituto procuratore propende per l’ipotesi di una morte avvenuta in conseguenza di un incidente sul lavoro piuttosto che un suicidio.

COME È MORTO RAPHAEL SHUMACHER – Il giovane attore è stato ricoverato da stanotte in condizioni molto gravi nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Pisa dopo essere rimasto strangolato durante una scena di impiccagione in uno spettacolo al teatro Lux di Pisa, nel centro storico della città. Probabilmente tutto è accaduto in seguito a un incidente. Sono in corso indagini della polizia. Secondo una prima ricostruzione, a dare l’allarme, intorno a mezzanotte e mezzo, sarebbe stata una spettatrice, neolaureata in medicina, ad accorgersi che l’attore si trovava realmente in stato di anossia almeno da qualche minuto. Quanto è scattato l’allarme nelle sale del teatro si stavano svolgendo sei diversi spettacoli in altrettante sale di rappresentazione per un evento collettivo intitolato ‘Miraggi. Una notte al Lux’, che era iniziato alle 22.30 e sarebbe proseguito fino all’alba.

attore strangolato pisa

L’ATTORE RIMASTO STRANGOLATO DURANTE UNA SCENA DI IMPICCAGIONE – E’ stato posto sotto sequestro dalla polizia il Teatro Lux di Pisa dove la notte scorsa un giovane attore è rimasto strangolato durante una scena di un’impiccagione e ora è ricoverato in condizioni molto gravi in terapia intensiva. Il teatro, come si legge dallo stesso sito internet della struttura, è situato all’interno dell’antico complesso ecclesiastico di cui fa parte anche la chiesa di Santa Caterina D’Alessandria, nel centro di PISA. Sempre dal sito si spiega che a gestirlo è l’associazione The Thing, un gruppo di ragazzi “che da qualche anno organizza concerti, reading, proiezioni, spettacoli a PISA e in provincia”. Il Lux viene definito “un’officina culturale”: è una struttura polivalente, che ospita dagli spettacoli teatrali ai concerti, dalla danza ai convegni, e anche cene e aperitivi.

L’ATTORE STRANGOLATO COME BIRDMAN? – Incidente o suicidio? Come nel film Birdman gli inquirenti hanno accertato che l’attore varesino aveva deciso di “mettere in scena un suicidio”:

Sono l’incidente e il suicidio in scena le ipotesi di lavoro attualmente percorse dagli inquirenti per fare luce sulle cause dello strangolamento di un giovane attore, un 27enne della provincia di Varese, avvenuto durante una serata-evento al teatro Lux di Pisa. Il giovane è ora ricoverato in condizioni gravissime, in terapia intensiva, all’ospedale di Pisa. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, lo spettacolo in programma al Lux, ‘Miraggi. Una notte al Lux’, prevedeva sei diverse rappresentazioni simultanee allestite all’interno dello spazio teatrale senza un canovaccio precostituito ma con esibizione libera degli interpreti. Gli inquirenti, coordinati dal pubblico ministero Giancarlo Dominijanni, stanno sentendo a sommarie informazioni i presenti (alcune decine di persone tra pubblico e protagonisti delle pieces), e hanno accertato che l’attore varesino aveva deciso di “mettere in scena un suicidio”. La performance del giovane si svolgeva nel giardino interno del teatro dove ha posizionato la corda attorno a un fico con un cubo sopra il quale appoggiare i piedi. Resta da capire se il suo strangolamento sia stato la conseguenza di un tragico incidente o frutto di un gesto volontario

Tags:

0 commenti per “Raphael Schumacher: la morte dell’attore rimasto impiccato in scena è davvero un suicidio?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche