Michela Magalli: “Vi racconto cosa significa essere la figlia di un mito dell’Internet”

Michela Magalli in un’intervista esclusiva su Superstarz ci spiega cosa vuol dire essere una “figlia di”. Ma non solo. Ecco cosa pensa “Michi” (e anche il suo papà) delle unioni civili e dei diritti LGBTI

michela magalli

Michela Magalli, come cantava Celentano, “fa l’effetto di uno choc” per tanti motivi. Per il suo cognome ovviamente, visto che è la figlia dell’eccelso Giancarlo Magalli, che oltre alla televisione ha conquistato anche l’internet. Michela è nata nel 1994 dal matrimonio tra Giancarlo Magalli e Valeria Donati. Ma non è solamente il suo essere “figlia di” a colpire e ad attirare l’attenzione. Basta guardarla per capire che anche senza cognome famoso ha molti skills che la rendono interessante: la sua bellezza, il suo stile, il modo in cui usa i social. Noi di Superstarz abbiamo avuto la conferma della sua simpatia quando, dopo aver pubblicato una fotogallery su di lei, ha accettato di rispondere a qualche domanda per noi.

Michela Magalli

Michela, sei molto bella, hai la risposta pronta, hai studiato fotografia: di cosa ti occupi ora e cosa vuoi fare da grande?
Ho 21 anni, sono curiosa di provare e sperimentare più che posso prima di decidere quale strada intraprendere. Ho passioni e interessi molto diversi fra loro, adoro l’arte, la moda, il cinema e la creatività in ogni sua forma. Il mio sogno più grande è svegliarmi la mattina ed essere fiera e orgogliosa di me stessa e del lavoro che sto facendo. Per raggiungere questo obiettivo devo conoscere me stessa a fondo e capire cosa desidero realmente. Ci vorrà del tempo, ma ci sto lavorando.

Cosa significa essere la figlia di un mito del web? Quanto interferisce nella tua vita positivamente o negativamente?
Questa è una domanda che mi viene posta spesso. Da fuori può sembrare che la mia vita sia diversa da quella di chiunque altro, ma per me non è affatto così, anzi. Sono cresciuta in una famiglia amorevole che non mi ha mai fatto mancare niente. Mio padre, per me, prima di essere un “mito del web” è soprattutto un padre. Essere sua figlia non è mai stato né un ostacolo né un vantaggio per me; ha sempre trovato tempo da dedicarmi e credendo molto nella meritocrazia ha sempre preferito spronarmi a fare tutto da sola senza scorciatoie.

Parteciperesti all’Isola dei Famosi?
Prima di tutto penso che a nessuno interesserebbe vedere la figlia di Magalli che pesca granchi nel mare dell’Honduras, e poi penso che per me sarebbe un suicidio sociale; non amo essere sempre al centro dell’attenzione né essere giudicata per ogni cosa che faccio, mi sentirei un pesciolino in una vasca di squali.

Michela Magalli

Appari come una ragazza con una forte personalità. Se tuo padre fosse davvero diventato presidente della Repubblica avresti rinunciato a usare i piercing per avere un’immagine “istituzionale”?
Sinceramente non penso che avere dei piercing debba precludere la possibilità di ricoprire una carica istituzionale. Anzi, abituati come siamo a essere governati da uomini distinti ma spesso poco seri, forse è meglio aprirsi a qualche piercing in più ed essere più esigenti in fatto di onestà che di apparenze.

Cosa ne pensi delle unioni civili, della stepchild adoption e delle adozioni per i gay?
Ogni essere umano merita di avere gli stessi diritti, ma la comunità LGBTI è sempre stata discriminata, messa da parte. Siamo in un periodo storico in cui non si può più rimandare o far finta di niente. Le restrizioni che esistono in Italia derivano dall’arretratezza che ci contraddistingue. Siamo indietro, è così, su tanti fronti. Se guardassimo oltre il nostro naso vedremmo nazioni che hanno riconosciuto la parità dei diritti già da tempo, e sono certa che sia ciò che dovremmo fare anche noi.

Sei giovane: hai paura per il tuo futuro come molti ragazzi della tua età? Cosa significano per te le parole disoccupazione, precarietà?
Come ho già detto in precedenza non ho mai avuto aiuti o spinte, quindi sì, so esattamente cosa vuol dire passare giornate a distribuire curriculum e nella migliore delle ipotesi venire contattati solo per stage non retribuiti.

Michela Magalli (12)

Se dovessi uscire con una celebrità, chi vorresti incontrare e cosa gli chiederesti?
Mi piacerebbe incontrare Woody Allen, uno dei miei miti; adoro ciò che scrive e amo i suoi film. È una persona con cui farei volentieri una chiacchierata.

Se ti dicessero che ti sono rimasti solo dieci giorni di vita, quali sarebbero le cinque cose da fare assolutamente prima di morire?
Solo dieci giorni? Domanda difficile! Ho avuto la fortuna di viaggiare molto ed è una cosa che amo fare, e mi viene naturale rispondere che sarebbe quello uno dei miei ultimi desideri. Ma riflettendoci credo proprio che dedicherei tutti e dieci i giorni alla mia famiglia e alle persone che amo (e ai miei cani).

Hai mai lavorato nel mondo della televisione? Se no perché? Lo vorresti fare in futuro?
Non mi è ancora capitato di lavorare in tv, non lo escludo a priori ma per ora non è successo. Voglio guardarmi attorno e vivermi questo periodo, per la carriera ci sarà tempo.

Chiederesti a tuo padre Magalli di apparire in tv con il nastro rainbow?
Non credo sarebbe giusto chiederglielo; farlo o non farlo è una scelta personale. Sono fiera di lui perché pur avendo una certa età (mi ammazzerà per averlo detto) ha un’apertura mentale non indifferente, ne abbiamo parlato più volte e so che come me sostiene le unioni civili. Penso comunque che i personaggi pubblici facciano bene a manifestare il loro pensiero, se positivo, perché avendo visibilità possono sensibilizzare chi non è informato sull’argomento.

Michela Magalli (7)

Autore: Noemi Usai

Sono nata a Roma ho 21 anni e studio canto. E collaboro a Superstarz!

0 commenti per “Michela Magalli: “Vi racconto cosa significa essere la figlia di un mito dell’Internet””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche