La strana storia del marinaio mummificato

Il corpo di un uomo è stato ritrovato a bordo della sua imbarcazione al largo delle Filippine, non si avevano sue notizie dal 2009

manfred fritz bajorat marinaio mummificato - 5

Manfred Fritz Bajorat era un avventuriero e marinaio tedesco che ha percorso in lungo e in largo gli oceani e i mari del nostro Pianeta a bordo del Sayo, la sua barca a vela da venti metri, per quasi vent’anni. Una navigazione in solitaria come si confà ad un uomo che viene definito “un marinaio esperto”. Dal 2009 però, stando a quanto riporta il Daily Mirror, di Bajorat si erano perse le tracce. Nessuno lo aveva più visto né avvistato il suo Sayo. Il 26 febbraio due pescatori a 100 miglia al largo delle coste delle Filippine hanno avvistato l’imbarcazione alla deriva, parzialmente sommersa. L’imbarcazione è stata trainata fino al porto di Barobo. Dentro è stato trovato il corpo mummificato di Manfred Fritz Bajorat.

SCOMPARSO DAL 2009 – Non si sa quando l’uomo è morto né sono chiare le cause del decesso. Il corpo del marinaio tedesco è stato trovato seduto ad un tavolo all’interno dell’imbarcazione. Alcuni hanno ipotizzato che la morte sia sopraggiunta all’improvviso, magari un attacco cardiaco. Altri ritengono che la posizione del corpo indichi invece ad indicare come Bajorat stesse facendo un ultimo disperato tentativo di chiamare i soccorsi (era vicino all’apparecchiatura radio). All’interno della cabina le autorità di polizia hanno trovato diversi oggetti personali tra cui alcune foto di Bajorat e della sua famiglia. Sono state proprio le fotografie e alcuni documenti rinvenuti all’interno dell’imbarcazione a consentire l’identificazione del corpo mummificato.

manfred fritz bajorat marinaio mummificato - 2

Il certificato che attesta che Manfred e la moglie Claudia hanno oltrepassato l’equatore

Stando ad un primo esame del medico legale l’uomo sarebbe morto di morte naturale, i venti caldi dell’oceano e il salmastro avrebbero preservato il cadavere dell’uomo impedendone la decomposizione.

manfred fritz bajorat marinaio mummificato - 1

Il Sayo al momento del ritrovamento

Nel frattempo sono emersi alcuni dettagli della vita dell’uomo che era sposato fino al 2008 con una donna di nome Claudia, morta di cancro nel 2010. Da una lettera trovata all’interno della barca si potrebbe supporre che Bajorat sia morto dopo la scomparsa della moglie, nel testo infatti si legge: “Per trent’anni abbiamo percorso assieme lo stesso cammino. Poi il potere dei demoni è stato più forte della forza di vivere. Ora sei andata via. Possa la tua anima trovare pace. Il tuo Manfred.”

manfred fritz bajorat marinaio mummificato - 3

Un’immagine dell’uomo trovato morto

Non è chiaro se questo sia un commiato dopo la separazione o dopo la morte della moglie. La notizia potrebbe aver raggiunto Manfred mentre era in giro per mare. Le autorità filippine sono in contatto con l’Ambasciata tedesca a Manila per ritrovare i parenti dell’uomo che a quanto pare aveva una figlia di nome Nina che è capitano di una nave mercantile.

manfred fritz bajorat marinaio mummificato - 2

C’è però qualcosa che non torna in tutta la vicenda, come è possibile infatti si chiedono molti marinai che l’imbarcazione sia stata ritrovata quasi intatta? A parte l’albero maestro e l’acqua all’interno infatti il Sayo era in condizioni discrete. Una barca che è andata alla deriva per così tanto tempo nell’Oceano Pacifico (fosse anche un solo anno) difficilmente non sarebbe stata distrutta o affondata dalla forza delle onde.

Un commento per “La strana storia del marinaio mummificato”

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Rubriche