Come parlare con il vostro gatto

Per fortuna il gatto non può imparare a parlare come gli umani, altrimenti ci comunicherebbe tutto il suo disprezzo

PARLARE CON IL GATTO VRRR 3

I gatti sono gli animali preferiti dell’Internet, per loro è stato inventato un giorno, il caturday, dedicato ai festeggiamenti settimanali per i nostri amati felini. Nei tempi antichi dell’Interwebs fu creato un linguaggio umano per tradurre le espressioni dei mici: il Lolspeak e alcuni programmatori hanno inventato un linguaggio di programmazione basato proprio su questa antica forma di comunicazione internettiana, il Lolcode. Ma questo non ha risolto, purtroppo, il problema principale: ovvero come comunicare al gatto?

PARLARE CON IL GATTO VRRR

POCHE PAROLE, MA BUONE – Tra noi e gatti infatti non esiste una barriera linguistica ma una muraglia comunicativa. Noi umani comunichiamo parlando, i gatti lo fanno principalmente tramite i gesti del corpo e l’emissione di odori e feromoni. A quanto pare però come spiega John Bradshaw bisogna avere molta pazienza perché parlare con un gatto è molto più difficile che conversare con quegli amabili giocherelloni dei cani. Ad esempio ha senso miagolare all’indirizzo del micio de casa tentando ardite vocalizzazioni e imitazioni del miagolio supremo? Chiunque ha un gatto sa bene che questa cosa lascia i nostri compagni pelosi piuttosto indifferenti (diversa è la reazione dei cani che sanno davvero entusiasmarci per i nostri sforzi). Dal momento che la natura ci ha fatti sprovvisti di coda come facciamo allora a dire qualcosa in gattese? Secondo Bradshaw uno dei possibili “suoni-parola” che possiamo usare è un verso che fa più o meno vrrrrrrr fatto facendo vibrare ben bene la lingua all’interno della bocca. Non è molto per comunicare ma del resto con divinità così imperscrutabili ci si deve accontentare di quello che passa il convento. Ma oltre a questo vrrrrrr cosa si può fare con un gatto? Intendete dire oltre ad adorarlo e coccolarlo? Magari state pensando se si può addestrare? Certo. O meglio, non proprio come i cani (niente da fare oggi va il paragone con il cane) ed in sostanza sarà il vostro gatto ad addestrare voi (che dal suo punto di vista è molto più pratico) ma a quanto pare con una discreta buona dose di pazienza sarà possibile insegnare al gatto a fare diverse cose. Non aspettatevi che il processo di addestramento funzioni come quello dei cani. Il meccanismo della ricompensa non sembra funzionare molto con i gatti. Diciamo che fanno quello che gli chiederete di fare solo se lo vorranno.

PARLARE CON IL GATTO VRRR 2

0 commenti per “Come parlare con il vostro gatto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche