La storia dietro alla foto simbolo dell’attentato di Bruxelles

Chi è la donna con la giacca gialla coperta di polvere e di sangue dopo l’attacco kamikaze all’aeroporto di Bruxelles? Chi ha scattato quella foto?

bruxelles

Una foto forse più di altre rappresenta l’orrore degli attentati di Bruxelles. È stata scattata dopo l’esplosione dei due kamikaze all’aeroporto di Zaventem. Questa è la storia di quello scatto

LA STORIA DELLA FOTO SIMBOLO DEGLI ATTENTATI DI BRUXELLES – “Da giornalista è mio dovere scattare le foto. Il sangue scorreva sulla faccia della donna mentre si guardava intorno impaurita. Aveva perso una scarpa e la sua maglietta si era strappata nel disastro che ha ucciso 11 persone all’aeroporto di Zaventem a Bruxelles”. In poche ore la foto scattata da Ketevan Kardava è diventata il simbolo dell’attacco terroristico del 22 Marzo. Kardava stava tornando a Ginevra quando il primo dei due kamikaze hanno fatto esplodere la bomba. “Le finestre e le porte volavano” ha raccontato Kardava a Time. “Era pieno di polvere e fumo. Attorno a me c’erano dozzine di persone senza gambe ricoperte di sangue. Non potevo credere di avere ancora le mie gambe. Ero in stato di shock”. Meno di un minuto dopo, la seconda esplosione. “Volevo scappare per mettermi in salvo, ma volevo anche scattare foto. Essendo una giornalista è mio dovere scattare foto per mostrare al mondo cosa sta succedendo. Sapevo di essere l’unica giornalista lì”. La prima foto di Kardava è stata della donna con la giacca gialla. “Era in stato di shock, senza parole. Non c’erano lacrime o spari. C’era solo lei che si guardava intorno impaurita.” Kardava non ha chiesto il nome della donna, ha fotografato un’altra vittima prima di essere obbligata a lasciare l’aeroporto. “Li ho lasciati e sono andata in un posto più sicuro” ha spiegato. “Spero stiano bene. Spero davvero che possano far fronte a tutte queste difficoltà”. Nei prossimi giorni Kardava rimarrà in Bruxelles per documentare la situazione, ma prima o poi arriverà il momento in cui dovrà tornare all’aeroporto di Zaventem. “Non riesco a immaginarlo, sarà davvero difficile per me”.

CHI È LA DONNA CON LA GIACCA GIALLA DELLA FOTO SIMBOLO DEGLI ATTENTATI DI BRUXELLES – La donna misteriosa fotografata da Kardava ha un nome, come spiega Dagospia:

La foto in cui viene ritratta ferita e sotto shock è diventata il simbolo degli attentati di Bruxelles, che hanno causato la morte di almeno 34 persone. Nidhi Chaphekar è una hostess della compagnia aerea indiana Jet Airways. La divisa d’ordinanza gialla è lacerata dalle esplosioni. La foto è stata scattata da Ketevan Kardava, corrispondente della Georgian Public Broadcaster, pochi secondi dopo le esplosioni all’aeroporto di Bruxelles. L’hostess Nidhi Chaphekar stava per imbarcarsi su un volo intercontinentale per Newark che sarebbe dovuto partire alle 10.15 locali. La donna, madre di due figli, è ricoverata in un ospedale della capitale belga e le sue condizioni non destano preoccupazione. A breve volerà a casa, in India.

Autore: Noemi Usai

Sono nata a Roma ho 21 anni e studio canto. E collaboro a Superstarz!

0 commenti per “La storia dietro alla foto simbolo dell’attentato di Bruxelles”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche