La storia di Simona Ventura all’Isola che mangia servita e riverita

Lontano dalle telecamere dell’Isola la Ventura se la spassa, magna e beve? Secondo Alberto Dandolo sì. Tutta la storia del complotto di Playa Soledad

simona ventura mangia isola

Quando Simona Ventura è stata fatta fuori dal televoto con Jonas Berami nella scorsa puntata dell’Isola dei Famosi i soliti complottisti hanno immaginato che Super Simo una volta arrivata a Playa Soledad avrebbe trovato l’America: lontano dalle telecamere i maligni avevano visioni della conduttrice in una Jacuzzi mentre sorserggiava champagne. In fondo perché la la produzione del reality non avrebbe potuto approfittare della location senza testimoni per rendere più morbida la vita dell’unica naufraga veramente famosa dell’Isola e rendere così possibile la sua permanenza fino all’ultima puntata? Simona da sola difficilmente potrebbe farcela: badare al fuoco continuamente, cercare legna tutto il giorno e allo stesso tempo procacciarsi il cibo non è un’impresa semplice per chiunque, figuriamoci per una signora di 50 anni. Ma finché si parla va tutto bene. Quando invece interviene l’onnipresente Alberto Dandolo a confermare che lo scenario di una Simona Ventura privilegiata che non segue le regole di Playa Soledad potrebbe essere reale allora la questione è completamente diversa:

Sono 48 ore che Mona Ventura, esiliata su Playa Soledad, “frigna e piagne”. Ma vogliamo rassicurare tutti i suoi fan che abbiamo avuto una soffiata da un pezzo grosso di Magnolia (Società che produce l’Isola) che ci ha rassicurato che la “Mona” sta bene, mangia ciò che vuole e che “vede posti e incontra gente”. Pare che, ad eccezione dei confessionali e le riprese di rito, Super Simo sia servita e riverita e che non sta un solo minuto da sola. Sarà vero? Ah, saperlo…

Insomma la dura vita di privazioni, la Ventura che piange disperata alle telecamere durante il confessionale dicendo “posso farcela”, sarebbero tutta una finzione. Ma allora che gusto ci sarebbe? Se l’Isola dei Famosi perde anche l’aura di credibilità che consente agli spettatori di credere che davvero i “vip” soffrano la fame non andrà molto lontano. La trama imbastita dagli autori su Playa Soledad che ci mostra una Ventura affranta e piena di voglia di rimettersi subito in gioco con il retroscena di Dandolo fa ridere. Scoppierà la bomba o non c’è niente di vero? Ah saperlo…

SANTA SIMONA DE PLAYA SOLEDAD – Simona Ventura a Playa Soledad cosa farà tutta sola soletta? Piange! Piange sulle tamerici salmastre ed arse, piange sul pubblico che non le vuole bene, piange anche se non vuole piangere. Perché come dice lei, “non è bello spettacolarizzare i dolori”. Eppure…

 

simona ventura playa soledad

SIMONA VENTURA E LA PREDICA AL COCCO – La prima sera di Simona Ventura da sola vuol dire anche non avere uno schiavetto che apra i cocchi. Ma per Super Simo cosa è un cocco? Un cocco per la Ventura è quella cosa che non si apre neanche con una bomba atomica. Super Simo decide di predicare ai cocchi come San Francesco faceva con gli uccellini. Il messaggio di pace e amore di Santa Simona è: “Fanculo”

Simona Ventura e il fanculo al cocco

Simona Ventura e il cocco di superstarz_com

SIMONA VENTURA E IL TRADIMENTO – Come Gesù nell’orto del Getsemani anche Simona Ventura deve affrontare il tradimento di chi più ama. Il pubblico. E Santa Simona piange lacrime amare meditando su quelli che perdonerà solo se capiranno che non sanno cosa hanno fatto. Vabbè detta così sembra una minaccia. (Forse forse…). Poi parla a un tronco con la faccia, sulla capanna che ha appena costruito (stranamente abbiamo visto solo che poggiava due foglie di palma).

Simona Ventura nel Getsemani

Simona Ventura nel Getsemani di superstarz_com

SIMONA VENTURA E IL DOLORE – Come nella via crucis anche Santa Simona deve affrontare un lungo percorso irto di ostacoli e di scivoloni. Non è l’idea di superare il televoto con Jonas Berami, quella è già andata buca. Super Simo deve portare i tronchi sugli scogli scivolosi. E cade. Non una, ma ben due volte. Senza uno straccio di lacchè che la aiuti a portare la croce:

Simona Ventura si fa male sugli scogli

Siimona Ventura si fa male sugli scogli di superstarz_com

Ma Santa Simona non dimentica di dire a favore di camera: “Aiuto mi sto facendo malissimo” e anche “No, di qua scivolo”. Perché come spiega, lei non vuole piangere, non vuole spettacolarizzare il dolore. Anche perché questa volta non è come in diretta quando ha spettacolarizzato che Mercedesz l’abbia colpita allo sterno e soffrisse da cani salvo poi rimanere quasi due minuti in apnea come se niente fosse.

 

perché nessuno può mettere Super Simo in un angolo (se gli autori la aiutano in tutti i modi a sembrare una santa). Santa Simona vi farà convertire. Chi ha votato Jonas sarà condannato come eretico, e le lacrime della Ventura saranno vendute come curative. E chi l’ha trattata così si prepari a versare lacrime di sangue. Guardatela. Non vi sembra proprio Santa Simona de Playa Soledad? Anzi. Santa Simona de Playa Soledad piange per noi.

 


Simona Ventura piange di superstarz_com

Tags:

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “La storia di Simona Ventura all’Isola che mangia servita e riverita”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche