Aristide e il retroscena su Mercedesz e Jonas all’Isola

Aristide Malnati lancia un avvertimento sui due naufraghi. Cosa avrà voluto dire?

aristide malnati

Dopo essere rientrato in Italia, lunedì sera era ospite nella puntata in prima serata dell’Isola dei Famosi e martedì al Grand Hotel Chiambretti. Aristide Malnati ha continuano con le interviste spostandosi in radio, dicend la sua a Radio 105, che come sapete è la radio ufficiale dell’Isola. Ora che ha perso molti chili, Aristide scherza sul fatto che le potremmo ritrovare a Uomini e Donne:

Sono a meno 11 chili. Mi sento meglio, anche visivamente, me lo hanno detto tutti. La prima cosa che mi ha detto mia mamma appena mi ha visto non è stato “Come stai?”, ma “Come sei dimagrito”. Sarò il prossimo tronista della De Filippi, sarò un tronista nerd, ironico. Se avessi affrontato i signori tronisti veri sul loro terreno, quello del televoto che si innerva sui social, magari avrei dato loro filo da torcere. Questo è incredibile, il mio successo sui social..

Quando era su Playa Soledad lo abbiamo visto piuttosto in difficoltà e ha dovuto lasciare il programma, per come dice lui, i “meccanismi del gioco”.

Sono stato male, ma sono risorto come Filottete che da solo si è curato una ferita al piede ed è tornato nella battaglia. Però i meccanismi del gioco hanno fatto sì che io dovessi lasciare. E’ la legge dell’Isola

Come ultima cosa parla degli altri naufraghi. Aristide vorrebbe che a vincere il reality fosse Giacobbe Fragomeni. Quelli con cui invece non andava molto d’accordo erano i giovani, Jonas Berami e Mercedesz Henger.

Io vorrei che vincesse Giacobbe Fragomeni, è una persona straordinaria, uno sportivo vero. Con lo sport ha ottenuto il suo riscatto. Se vincesse l’Isola, l’Isola avrebbe un senso pieno. Il duo ispanico-magiaro, Jonas + Mercedesz è un po’ intrigante, non sono limpidi. Non votate loro!

Autore: Noemi Usai

Sono nata a Roma ho 21 anni e studio canto. E collaboro a Superstarz!

0 commenti per “Aristide e il retroscena su Mercedesz e Jonas all’Isola”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche