Selvaggia Lucarelli contro i tifosi del Gela

La blogger aveva detto durante una trasmissione radiofonica che “Gela non è bellissima” gli ultras del Gela la hanno definita “puttana” e hanno iniziato a fare dell’ironia greve sulle sue doti. Vergogna!

selvaggia lucarelli ultras gela - 2

No, non è il titolo di un film porno, perché Selvaggia Lucarelli non è proprio la persona con cui scherzare. E soprattutto non è una persona da insultare, non perché ci rimanga male, ma perché buon parte della sua popolarità si deve al fatto che quando qualcuno la insulta lei gli telefona e gli fa fare una figura di merda costringendoli a biascicare delle timide scuse. A volte però Selvaggia non riesce a telefonare ai suoi aguzzini, perché non sa chi sono, e quindi ricorre ad un’altra tattica: la piangina sui social. Un conto infatti è rispondere ai leoni da tastiera un altro è invece è tentare di ottenere risposta da un gruppo di ultras.

selvaggia lucarelli ultras gela - 1

SELVAGGIA LUCARELLI CI GODE A FARSI INSULTARE? – Qualche tempo fa durante il suo programma su M20 Selvaggia ha avuto modo di dire, parlando di tutt’altro che “Gela non è bellissima“. Giudizio che non è piaciuto ai geni della curva del Gela Calcio che, evidentemente a corto di idee su cosa scrivere nei loro striscioni hanno esposto allo stadio un “Selvaggia Lucarelli puttana, Gela non si critica, si ama” il tutto rigorosamente scritto con il fasciofont d’ordinanza da quelle parti. A noi! La cosa ovviamente non è passata inosservata e la Lucarelli ha subito – e giustamente – stigmatizzato l’episodio, suscitando nuove (e al questo punto prevedibili) reazioni da parte dei tifosi. Selvaggia, che è la regina delle cattiverie gratuite quando c’è da prendersela con gli altri non ci sta a fare la parte della vittima e deve per forza di cose mostrare quanto gli altri siano brutti e schifosi. E quando si ha a che fare con un gruppo di ultras è abbastanza facile trovare esempi di grettezza. Selvaggia alla radio ha quindi chiesto le scuse da parte degli autori del gesto, scuse che non cambieranno la situazione (ha precisato) ma che sono dovute perché i tifosi devono prendere le distanze da coloro che hanno esposto lo striscione, “è una questione di rispetto nei confronti di tutte le donne“.

 

E come se non bastasse in un post pubblicato oggi pomeriggio la blogger ha difeso il suo diritto a dire che Gela non è bellissima e – magnanima – il diritto dei gelesi a dire che Selvaggia non ci capisce un cazzo:

mi va benissimo che i gelesi difendano la loro città. Va meno bene che domenica venga esposto questo striscione nella curva del Gela calcio. Che il forum del Gela calcio lo posti con fierezza. Che nessuno durante la partita lo abbia fatto rimuovere (l’arbitro sarebbe obbligato a sospendere la partita) , nonostante mi siano stati segnalati anche cori che lo accompagnavano.  Ora, se pensate di passarla liscia avete sbagliato indirizzo. Visto che per questa condotta delle curve esistono sanzioni ( l’Inter s’è beccata 50 000 euro di multa per cori contro Balotelli ma gli esempi sono innumerevoli) e nessuno mi ha chiesto scusa, segnalo il tutto alla Lega nazionale dilettanti e al suo presidente Antonio Cosentino, nonchè al presidente lega calcio della regione Sicilia Santino Lo Presti con cui ho parlato stamattina in radio e che ha dichiarato che ora segnalerà il tutto alla procura federale. “Questi sono episodi che hanno a che fare con la violenza”, ha dichiarato.

E Selvaggia, che in passato è nota per aver detto di peggio sul figlio di Belen (ma sempre a tema bellezza)

selvaggia lucarelli belen rodriguez santiago - 2

Chiede anche che la giustizia vada fino in fondo e lo fa a nome di tutte le donne

A nome di tutte le donne che nel 2016 non sono libere di esprimere un’opinione senza che arrivi qualcuno ad apostrofarle con “puttana” “troia” e così via, su questa cosa vado fino in fondo.

Probabilmente è a nome di tutte le donne che Selvaggia Lucarelli è attualmente sotto processo per aver violato insieme a due amici la mail di una donna per rubare le foto scattate alla festa di un’altra donna. Ma questa è un’altra storia. Ed è giusto che nel 2016 non si possa definire una donna “puttana” (o un uomo “fallito”). Per il futuro consiglio a tutti coloro che vorranno insultare la Lucarelli di definirla “blogger”. Vedrete, è più che sufficiente e non rischierete di offendere anche le vostre madri facendolo.

0 commenti per “Selvaggia Lucarelli contro i tifosi del Gela”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche