Lo scandaloso abito di Madonna ai Met Gala 2016

L’outfit scelto da Madonna per la serata ha fatto scalpore perché era un vestito al contrario, copriva tutto tranne tette e sedere

MADONNA

Madonna ha provato a tutti noi di avere ancora l’abilità di farsi notare sul red carpet dei Met Gala a New York. La 57enne regina del pop, appena tornata da un enorme tour mondiale, ha sfoggiato il suo “abito” di pelle. L’outfit scelto da Madonna per la serata ha fatto scalpore perché era un vestito al contrario, copriva tutto tranne tette e sedere. Madonna ha ammesso in un intervista sul red carpet che l’idea del vestito è stata un azzardo “è stato davvero difficile fare pipì”. Come potete vedere dalle foto pubblicate da News.com, Madonna ha sfoggiato il meglio di se durante questi Met Gala, che sembrano l’occasione perfetta per farsi notare un po’, di certo non direste che ha 57 anni!

Guarda le foto dell’outfit di Madonna:

SuperstarzGallery clicca per ingrandire le immagini

Chi altro si è fatta notare ai Met Gala 2016 è stata una new entry nel mondo dell puttan pop. Non volontariamente come Madonna, ma anche Lorde sul red carpet ha mostrato le sue “doti nascoste”.

IL NIP SLIP DI LORDE SUL RED CARPET DEI MET GALA 2016 – Ahia, povera Lorde! La cantante sembrava una principessa al Met Gala 2016 di ieri sera, ma non ha usato abbastana nastro adesivo per tenere il suo vestito a posto. Sfortunatamente le telecamere hanno immortalato il momento in cui il vestito non ha coperto proprio tutte le intimità di Lorde, come potete vedere nella foto di Hollywoodlife. Si sa, al Met Gala gli incidenti con i vestiti sono la normalità, ogni anno sul red carpet ci deve essere almeno un disastro fashion, e stavolta la celebrità malcapitata è stata Lorde. I suoi capezzoli sono usciti fuori dal vestito regalando un epico nip slip che tutti hanno potuto vedere. Povera ragazza!

lorde

Tags:

Autore: Noemi Usai

Sono nata a Roma ho 21 anni e studio canto. E collaboro a Superstarz!

0 commenti per “Lo scandaloso abito di Madonna ai Met Gala 2016”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche