Davide Parenti lascia le Iene per “colpa” di Corona?

Il padre-padrone del programma avrebbe intenzione di dare le dimissioni. Che farà ora senza le Iene? Spenderà tutti i suoi soldi in Stamina?

davide parenti dimissioni iene mediaset - 3

Riferisce Dagospia che Davide Parenti, il creatore delle Iene, avrebbe consegnato a Mediaset la sua lettera di dimissioni. A pesare sulla decisione di Parenti ci sarebbero alcuni attriti con la Direzione dovuti alla mancata messa in onda di alcuni servizi delle Iene. L’ultimo di questi servizi sarebbe l’intervista di Filippo Roma a Fabrizio Corona in merito alla vicenda dei pagamenti in nero che sarebbe stata fatta “saltare” per non danneggiare la puntata del Maurizio Costanzo Show dedicata proprio al re dei paparazzi.

davide parenti dimissioni iene -1

PARENTI STUFO DI MEDIASET? – A quanto pare Parenti non ha gradito che Mediaset gli abbia imposto di non mandare in onda il servizio delle Iene in modo da consentire a Costanzo di mettere in scena la canonizzazione di Corona come santo e martire della giustizia italiana. Ad oggi nemmeno Filippo Roma sa il motivo per cui il suo servizio non è stato messo in onda ma pare che la decisione sia arrivata dai vertici di Mediaset. E Parenti avrebbe avuto da ridire proprio su questa forma di gestione della programmazione che sembrerebbe privilegiare alcuni conduttori e alcuni programmi a discapito di altri.

davide parenti dimissioni iene mediaset - 2

Fabrizio Corona da Maurizio Costanzo domenica sera

Ma ovviamente queste sono solo supposizioni, magari Parenti è solo stanco di fare sempre la stessa cosa e non molto soddisfatto dei risultati in termini di audience del programma. Proprio lo scarso rendimento delle Iene di quest’anno è da imputare secondo alcuni alle scelte di Parenti a proposito della programmazione e dei conduttori che hanno sostituito Ilary Blasi e Teo Mammuccari. Ma sappiamo che Parenti non è tipo che si prende le sue responsabilità, resterà negli annali la sua replica alle accuse di aver creato con i servizi di Giulio Golia il caso Stamina, secondo Parenti le Iene (che ricordiamo hanno sempre parlato dei “netti miglioramenti” dei pazienti trattati dalla “terapia” di Vannoni) hanno solo raccontato una storia. Ma chiunque volesse riguardare quei servizi si renderebbe immediatamente conto che le responsabilità delle Iene ci sono eccome. E non è un caso che quest’ultima stagione del programma sia stata molto più incline a supportare le posizioni dei debunkers che quelle dei ciarlatani di turno.

Edit: Mediaset rilascia un comunicato stampa in cui spiega le ragioni della mancata messa in onda del servizio di Filippo Roma su Fabrizio Corona:

“In merito a indiscrezioni di stampa totalmente infondate, Mediaset precisa che nessun servizio televisivo relativo a Fabrizio Corona e’ stato cancellato dai palinsesti per motivi di opportunita’ editoriale”. Lo dichiara la societa’ in una nota. “La cautela – prosegue Mediaset – ha riguardato un unico episodio che, a giudizio della Direzione Affari Legali aziendale, avrebbe potuto nuocere alle nostre reti televisive e allo stesso Corona per via della posizione legale del soggetto”. “Nessuna censura quindi e nessun intervento editoriale ispirato da chicchessia – conclude -, ma semplicemente una scelta di tutela giuridica della nostra societa’”

E lo stesso Corona lo riprende commentando: “Tutto il resto e’ aria che non mi è parente #nessunacensura”

Tutto il resto e' aria che non mi è parente #nessunacensura

Una foto pubblicata da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal) in data:

0 commenti per “Davide Parenti lascia le Iene per “colpa” di Corona?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche