Che fine ha fatto Wladimiro “Wlady” Tallini

L’uomo delle suonerie e il personaggio più odiato della televisione degli anni Zero non si fa più la barba con il telefonino ma è diventato conduttore di talk show. Chissà se alla fine la Gioconda gliel’hanno ridata

wladimiro wlady tallini suonerie - 5

C’è stato un momento in cui, una decina d’anni fa, andava “di moda” scaricare le suonerie dei cellulari tramite costosissimi servizi a pagamento. E non sto parlando di brani famosi ma di vere è proprie schifezze. Robe tipo questa, questa, quest’altra con l’ippopotamo oppure l’odiatissimo Pulcino Pio (e vogliamo parlare di VERGOGNA?). Ma la cosa peggiore di tutte non era che ci fosse gente disposta a pagare per avere questa merda nel proprio telefonino (era un periodo in cui gli iPhone e gli smartphone in generale ancora non esistevano) ma il fatto che la pubblicità di questi “servizi in abbonamento” venisse fatta a tutte le ore in televisione. E il re di questi spot era uno solo Wladimiro “Wlady” Tallini.

wladimiro wlady tallini suonerie - 1

ESSERE WLADIMIRO TALLINI – In un’epoca in cui mezzo mondo occidentale dava ancora la caccia a Osama Bin Laden e l’Italia non aveva ancora avuto il tempo di indignarsi per i Bunga Bunga ad Arcore o a commuoversi per l’ingiusta detenzione di Fabrizio Corona e dei Marò tutti gli italiani volevano uccidere una sola persona: l’uomo delle suonerie. Come non odiare una persona che cantava una canzone del genere e compariva in mezzo a film, serie tv e cartoni animati?

Ma Wlady ha saputo fare di peggio,

molto peggio

L’UOMO DELLE SUONERIE – Stranamente ben pochi hanno apprezzato il suo ruolo di innovatore nel mondo della pubblicità. Wlady è infatti stato il primo a capire che si poteva fare pubblicità alle suonerie per i telefonini. Come racconta sul suo sito Internet la popolarità nazionale (chiamiamola così) è arrivata proprio grazie ai fastidiosissimi spot pubblicitari delle suonerie. Ma Wlady era già parecchio attivo nel mondo della televisione e dello spettacolo, almeno nel suo Piemonte dove sull’emittente locale PrimaAntenna conduceva Prima Fila, un talk show i cui temi caldi erano: come convivere con la gelosia, cosa evitare al primo appuntamento, effusioni in pubblico, ti danno fastidio? o il grande classico: nella coppia la differenza d’età non conta, insomma era la versione televisiva di Cioè o di Top Girl. Ma non solo, c’era del tempo anche per la critica sociale “alla Lucignolo” con: giovani ubriachi sballati drogati, perché?

wladimiro wlady tallini suonerie - 4

Un concentratissimo Wlady Tallini

A quanto pare, diceva qualche anno fa Wlady, è quella la sua vera carriera, ma è grazie alle suonerie che è riuscito a sfondare davvero nel mondo della televisione (insomma..). Eppure c’è stato un momento in cui se l’è vista davvero brutta, come confessava in un’intervista dove raccontava di aver subito molestie e ricevuto minacce di morte. Wlady si era molto spaventato per i contenuti pubblicati nel gruppo Facebook Io Odio Wladimiro Tallini dove gli utenti si divertivano a immaginare le sevizie alle quali l’avrebbero sottoposto qualora ne avessero avuta l’occasione. La preoccupazione era tale che Tallini ha dovuto denunciare tutto alla Digos, temendo che a qualcuno venisse l’idea di sabotare di nuovo la sua auto.

wladimiro wlady tallini suonerie - 3

Tallini oggi, a quanto pare non ha perso il vizio del cellulare

WLADY TALLINI, OGGI – Il successo delle suonerie a pagamento (anche se in realtà negli spot venivano definite “in regalo”) è stato breve e per nostra fortuna Tallini è scomparso dai teleschermi nazionali. Ma questo ovviamente non significa che Wlady abbia appeso il telefonino al chiodo. Oggi infatti, sempre lampadato e tirato a lucido come lo ricordavamo, è tornato alla sua vecchia passione (in questi casi si usa dire così) ovvero la radio. Tallini infatti oltre a Prima Fila conduce un programma su Radio Jukebox. E le cose non sembrano andargli male, perché ha dovuto aprire un terzo profilo Facebook a causa del gran numero di richieste di amicizia sul profilo principale e su quello secondario. Oltre a questo sembra vivere un’insana passione per i chihuahua toy e altre bestiole degne di comparire in un nuovo spot per le suonerie.

 

0 commenti per “Che fine ha fatto Wladimiro “Wlady” Tallini”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche