Sinead O’Connor e la lettera di fuoco al marito

Dopo essere scomparsa e poi ricomparsa la cantante minaccia: “Come ho detto, pregate che Dio mi uccida perché…”

Sinead O'Connor

Sinead O’Connor, fra il 15 e il 16 maggio ha fatto temere per la sua vita. Dopo alcuni post su Facebook piuttosto ambigui la cantante era scomparsa. I fan avevano pensato che poteva aver commesso un gesto insensato, ma fortunatamente è stata trovata dalla polizia sana e salva in un hotel di Wilmette a Chicago. La scorsa notte Sinead ha pubblicato su Facebook una lunga lettera dedicata all’e marito John Reynolds. Le parole della cantante sono piene di rabbia e disperazione. Se la prende con il marito e con la famiglia accusandoli di averla lasciata da sola nel momento del bisogno, durante la battaglia legale per ottenere la custodia dei figli. Per colpa loro ha perso un intero anno di lavoro e chiede un risarcimento dei danni.

Voglio i danni. Non ho potuto lavorare. Ho perso le entrate di tutto l’anno passato e di questo. Ho avuto spese mediche enormi e un trauma grandissimo grazie alle vostre torture. Come ho detto, pregate che Dio mi uccida perché […] non lascerò cadere la faccenda. Andremo tutti in tribunale e tutti sapranno, una volta per tutte.

Autore: Noemi Usai

Sono nata a Roma ho 21 anni e studio canto. E collaboro a Superstarz!

0 commenti per “Sinead O’Connor e la lettera di fuoco al marito”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche