La storia della ragazza di sedici anni stuprata da 30 uomini a Rio de Janeiro

Una ragazzina è stata drogata e stuprata da un gruppo di uomini, forse addirittura trenta, la polizia ha individuato quattro sospettati e su Twitter è comparso un video delle violenze

stupro di gruppo brasile 16 anni - 3

Una ragazza di 16 anni è stata stuprata la settimana scorsa in una favela di Rio de Janeiro. La polizia è attualmente alla ricerca di una trentina di persone che – stando al racconto della vittima – si suppone abbiano preso parte allo stupro di gruppo. L’episodio sarebbe avvenuto sabato 21 maggio ma solo la mattina del 26 avrebbe deciso di denunciare la violenza subita. Secondo quanto riferisce la BBC la ragazza non si ricorda esattamente cosa è successo, sarebbe uscita con un amico e dopo essere andata con lui a casa sua si sarebbe svegliata domenica mattina in un altro appartamento circondata da una trentina di uomini dai quali avrebbe appreso (ma non è chiaro) di essere stata violentata.

LA CULTURA DELLO STUPRO NELLA SOCIETÀ BRASILIANA – Il racconto della vittima è confuso, perché probabilmente è stata drogata. E la denuncia ha tardato ad arrivare perché le vittime di stupro in Brasile oltre allo stigma sociale temono anche le ritorsioni degli stupratori. La notizia dello stupro ha fatto tornare alla ribalta il problema della violenza sulle donne in Brasile, proprio la stessa sera in cui la ragazzina veniva violentata a poco più di mille chilometri di distanza – sempre in Brasile – una ragazza di 17 anni veniva violentata da cinque individui, quattro minorenni e un maggiorenne. La violenza sulle donne è uno dei grandi problemi della società brasiliana dove tra il 2011 e il 2014 sono stati registrati quasi duecentomila casi di stupro, secondo le statistiche in Brasile viene stuprata una donna ogni 11 minuti. L’indignazione della società civile brasiliana ha iniziato a montare dopo che su Twitter un utente (il cui profilo risulta attualmente disattivato) aveva diffuso un video di una quarantina di secondi relativo allo stupro sulla ragazzina.

Come riferisce Delas il video twittato nel quale si faceva riferimento alla vittima che viene mostrata seminuda e ferita è stato immediatamente segnalato alle autorità dagli utenti brasiliani di Twitter. Prima che il video venisse rimosso a quanto pare sia la vittima che i suoi famigliari hanno avuto modo di visionare lo shockante contenuto.

stupro di gruppo brasile 16 anni - 2

#ESTUPRONUNCAMAS – Non sono mancati naturalmente i commenti di coloro che hanno detto che la vittima “se l’è cercata” o che hanno dato colpa alle droghe che pare siano state assunte dalla giovane (non si sa se volontariamente o meno). Nel frattempo la Polizia di Rio avrebbe individuato già quattro sospettati. Indagini sono in corso anche per risalire all’identità reale dell’autore del tweet con il video dove si sentono alcuni uomini commentare all’indirizzo della vittima che “aveva avuto rapporti sessuali con trenta uomini”. Non è chiaro a questo punto se i presenti stessero esagerando quello che era successo o se il gruppo di uomini abbia davvero violentato la ragazzina. Nei fotogrammi si vedono i volti di diversi dei presunti stupratori mentre fanno gesti di vittoria di fronte al corpo esanime della ragazza. Le autorità hanno rinnovato l’appello a tutte le donne brasiliane a non farsi intimorire e a denunciare le violenze in modo da tentare di spezzare la catena della violenza. A quanto pare solo il 35% dei casi di violenza sessuale viene effettivamente denunciato.

0 commenti per “La storia della ragazza di sedici anni stuprata da 30 uomini a Rio de Janeiro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche