Cosa ha rischiato Niang a fare il salto dal tetto

Il balconing di Niang su Instagram fa infuriare i tifosi milanisti che hanno a cuore la salute del loro giocatore. Ma come sono premurosi!

niang balconing instagram tifosi - 1

Il buon popolo della Rete è indignato nei confronti di M’Baye Niang, il calciatore del Milan che ieri ha postato su Instagram il video dell’ennesima “bravata”. Un tuffo in piscina da qualche metro d’altezza, precisamente dal tetto di un edificio. Un episodio di balconing che però ha fatto arrabbiare i tifosi perché con il suo atteggiamento Niang avrebbe potuto compromettere la prossima stagione calcistica.

GLI INSULTI DEI TIFOSI DEL MILANO SU INSTAGRAM – I tifosi del Milan sono accorsi in massa ad insultare il giocatore della “loro” squadra, alcuni lamentandosi che con “gente del genere il Milan continuerà ad andare sempre più a fondo“, altri che non hanno di certo dimenticato l’infortuno che ha tenuto Niang fuori dal campo quest’anno e ricorda che “tanto la società lo paga lo stesso anche se è rotto”. La maggior parte però non si perde in raffinate analisi e preferisce dargli del “buffone” o peggio. A onor del vero c’è anche chi lo difende spiegando che alla fin fine non è saltato da un’altezza esagerata e che anche i giocatori hanno diritto a divertirsi come tutti gli altri. Ma la maggioranza dei commentatori vede in Niang il degno erede di Balotelli. La buona notizia è invece che a quanto pare Niang si è completamente rimesso dall’infortunio alla caviglia!1 Ma al di là dell’ira dei tifosi c’è da vedere come prenderà la cosa la società. Non sembra un atteggiamento molto professionale quello del calciatore francese, e visto che già ha dovuto saltare tutta la stagione 2015/2016 per un infortunio (avvenuto fuori dal campo) forse sarebbe il caso di andarci più piano.

niang balconing instagram tifosi - 2

Ma al di là delle responsabilità di Niang nei confronti del Milan e dei suoi tifosi c’è da dire che il gesto in sé non è molto educativo. Il balconing infatti è una moda pericolosa che in passato è costata la vita a diversi ragazzi che hanno tentato di centrare le piscine dalle altezze (e dalle posizioni) più disparate. Quindi invece che prendersela perché Niang ha fatto un (bel) tuffo e ha “messo a rischio la sua carriera sportiva” sarebbe meglio preoccuparsi del messaggio che un gesto del genere può far arrivare ai più giovani. Certo poi, difficile che tra tutti i calciatori bravi che ci sono a qualcuno venga in mente di emulare proprio Niang. Ma non si sa mai.

0 commenti per “Cosa ha rischiato Niang a fare il salto dal tetto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche