Carlo Taormina e la sensibilità degli omofobi razzisti

Se dopo Parigi eravamo tutti Charlie adesso siamo tutti gay? Improvvisamente gli omofobi scoprono che in nome dell’odio anti-islamico si può anche solidarizzare con i gay. Che sentitamente li mandano a cagare.

carlo taormina orlando gay oriana fallaci -1

Non ci è voluto poi molto dopo la strage di Orlando al Pulse, il locale gay dove Omar Mateen ha ucciso cinquanta persone, perché venissero alla luce le dichiarazioni di solidarietà e le preghiere di coloro che fino a qualche giorno non avevano i diritti dei gay in cima alla lista delle loro priorità. È stato sufficiente che venisse reso noto che Omar Mateen, cittadino americano nato a New York e di origine afgana, ha compiuto la strage in nome dell’ISIS per convincere molti a scendere in campo “a fianco” della comunità LGBT.

matteo salvini - orlando gay 1

I NUOVI MOSTRI ALLA RISCOSSA – Matteo Salvini probabilmente non poteva credere alle sue occhi quando ha letto la notizia, finalmente un’occasione per presentarsi non solo come difensore della cristianità ma di tutto l’Occidente libero. Era già successo in occasione dell’attentato alla redazione di Charlie Hebdo, anche se il periodico satirico francese non è mai stato tenero nei confronti di alcuni amici di Salvini (Marine Le Pen anche lei in prima linea contro il terrorismo omofobo) i leghisti non ci pensarono troppo a librarsi in volo sul cadavere ancora caldo. Dalle parti del Popolo del Family Day non ha perso tempo la madonnina infilzata dei Pro-Life, Giorgia Meloni, una che passa con disinvoltura dal Circo Massimo ovvero una manifestazione che aveva come unico obiettivo quello di negare agli omosessuali diritti fondamentali della persona ad un inno per la libertà del nostro mondo.

giorgia meloni orlando - 1

Anche il leader del Popolo della Famiglia, Mario Adinolfi ci tiene a dimostrare di essere un vero cristiano. Dopo aver inventato l’aggravante dell’omosessualità (e dopo tante battaglie contro i gay) sfoggia tutta la sua pietas pregando per le vittime.

mario adinolfi orlando gay - 2

Qualche ora dopo però lamenta il solito complotto omosessualista nei suoi confronti, qualcuno lo accusa di essere un mandante della strage. Povero Mario quegli omosessuali senza Dio non capiscono le sue buone intenzioni!

mario adinolfi orlando gay - 1

Ma sarà davvero così? Perché Lady Marion Adinolfi sente di essere vittima di quei bruti? Perché qualcuno gli ha ricordato parole non troppo concilianti e moderate pronunciate in occasione della discussione sul DDL Cirinnà. Ricordate quella legge per dare agli omosessuali gli stessi diritti che hanno in America e non quelli che hanno in Iran? Del resto una nutrita rappresentanza musulmana anti-gay era scesa in piazza proprio al Family Day a fianco di Adinolfi nostro.

mario adinolfi orlando gay - 3

È incredibile come molti di quelli che oggi versano lacrime di coccodrillo sulle vittime del Pulse, solo perché sono vittime del terrorismo islamico, hanno molti punti in comune con il modo che i terroristi dell’ISIS hanno di trattare gli omosessuali.

carlo taormina orlando gay - 1

Il vincitore della giornata però è senza dubbio lui, l’avvocato Carlo Taormina che in punta di fioretto ci fa notare che se fosse stato un locale “normale” non sarebbe successo nulla. Anzi, il buon avvocato ci avverte che qualcosa potrebbe succedere anche al Gay Pride. Non si sa mai che un elettore del Popolo della Famiglia decida di imitare le gesta di Mateen. Il rischio emulazione in questi casi è sempre altissimo!

carlo taormina orlando gay - 2

La lista è davvero lunga, Gay.it ha iniziato a raccogliere i migliori commenti omofobi a proposito della strage di Orlando. Ad esempio c’è Mai a Sinistra, un account Twitter che nella descrizione si dichiara a favore della famiglia naturale, amico della Russia,Bielorussia e Israele, favorevole alla pena di morte. Ma che ci tiene ad avvertire che è “l’odio inculcato dai politici che genera odio e guerre“. Insomma non sono scemo, è che mi disegnano così.

SuperstarzGallery clicca per ingrandire le immagini

E poi c’è lui, che non è omofobo e nemmeno razzista, ma che ci tiene a far sapere al suo pubblico di conoscere la strada, watch out we’ve got a badass over here

roberto saviano orlando gay - 1

0 commenti per “Carlo Taormina e la sensibilità degli omofobi razzisti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche